ALL'ESTERO

Viaggi in Egitto: il primo tragitto verso il Cairo

LEGGI IN 2'

Milioni di persone che vivono in perenne spostamento. Gente che corre, che vende, che cerca in un modo o nell’altro di lavorare. Questo, tra tutti i viaggi in Egitto che potreste fare (dal Mar Rosso alla crociera sul Nilo), è certamente quello più frenetico. Se avrete preso un taxi per raggiungere la città dall’aeroporto vi sarete subito accorti che gli egiziani guidano macchine che miracolosamente restano ancora in piedi. Ma soprattutto che girano per le strade suonando il clacson perennemente. E, verrebbe da dire, inspiegabilmente. La sera soprattutto hanno l’abitudine di non utilizzare i fari e allora, come accade a certi animali notturni ciechi, ecco che, se la vista viene meno, sviluppano l’acustica, ovvero il clacson, con la conseguenza inevitabile che viene poi utilizzato all’impazzata.

Diversamente da certe altre megalopoli dove antico e moderno vanno quasi a braccetto, qui molto è rimasto ancorato al passato. Basta guardare ai bordi della città, nelle valli più interne, dove è possibile ancora oggi vedere grandi ruote azionate da coppie di buoi per estrarre l’acqua dai pozzi ed irrigare così i campi. Ma è possibile anche sentire il profumo inebriante delle rose antiche quelle che ricordano l’odore dell’infanzia.

Spostandosi poi verso il sud della città la campagna appare verde e coltivata. Le donne lavorano nei campi sempre insieme a stuoli di bambini che salutano allegramente l’arrivo di turisti occidentali. Il loro saluto vi accompagnerà per tutto il viaggio, ora festoso, ora implacabile nelle richieste. Sempre vi chiederanno il vostro nome e sempre cercheranno di ripeterlo a loro modo. In netto contrasto con questi bambini di strada troverete quelli ordinati e in divisa che vanno o tornano da scuola. Ma anche loro potranno litigarsi una mancia di fronte ai vostri occhi.

Ecco, in breve, il primo impatto con questa immensa città. I viaggi in Egitto offrono meraviglia e povertà, splendide visioni e scene di miseria. E una città complessa come Il Cairo non può che accorparle entrambe.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione