ALL'ESTERO

Viaggi: a Parigi in giro per ristoranti

LEGGI IN 2'

La qualità del cibo varia ma ci sono ristoranti, bistrot e brasseries adatti a ogni palato ed esigenza di spesa. Parigi ha più ristoranti di qualsiasi altra città delle stesse dimensioni.

Si dice che, come molte altre cose in Francia, i ristoranti siano i figli della rivoluzione francese. Infatti cuochi e coppieri di signori e nobili decapitati aprirono dei locali dove ai borghesi che si erano fatti una posizione venivano proposti piatti che fino a poco tempo prima erano un lusso consentito solo agli appartenenti ai ceti sociali elevati. Balzac e Zola hanno descritto queste trasformazioni e Daumier le ha immortalate nei suoi disegni.

Ad ogni modo il menù classico di un ristorante francese propone antipasto (hors d’ouvre), un primo piatto (solitamente un potage o una creme), un piatto principale (carne o pesce con contorno di verdure e patate) e dessert.

Alcuni ristoranti parigini sono sicuramente tra i più famosi al mondo. Come non ricordare Chez Maxim’s tempio della Belle Epoque cui Pierre Cardin ha ridato lustro o La Grand Véfour monumento nazionale dove in un ambiente sontuoso all’interno del Palais Royale, viene servita una cucina raffinatissima. E lo spettacolare Jules Verne, dal nome del noto scrittore che ha fatto fantasticare i lettori di tutto il mondo con i suoi tanti viaggi immaginari, sulla seconda piattaforma della Tour Eiffel nel quale si pranza godendo della splendida vista su Parigi.

Ricordarvi che nei ristoranti e nei caffè il servizio è quasi sempre compreso nel prezzo ma una mancia almeno del dieci per cento è ormai quasi obbligatoria. Soprattutto se in uno dei vostri prossimi viaggi avrete intenzione di tornare a Parigi!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione