ORTO E GIARDINO

L'orto e le fasi lunari

LEGGI IN 2'

La tradizione di guardare alla Luna

I manuali di coltivazione e giardinaggio spesso omettono questo aspetto, ma chiunque viva in campagna sa bene che le fasi lunari hanno un grande ruolo nei meccanismi della terra. Da sempre i contadini seguono e conoscono nel dettaglio le fasi di crescita della luna e queste nozioni possono ancora tornare utili per chiunque voglia creare un proprio spazio verde in casa o in giardino.

Luna calante e luna crescente
Anche se le opinioni scientifiche sono discordanti sull’influsso delle fasi lunari in agricoltura è provato che la luce lunare penetra profondamente nel terreno influendo sul processo di crescita dei semi. Secondo le credenze popolari la luna crescente favorisce lo sviluppo vegetale delle piante, la linfa risale in superficie e quindi è il momento della crescita e della raccolta.

Nei periodi di luna calante l’effetto è opposto in quanto i liquidi si ritirano verso la radice, ma secondo la tradizione in questo periodo è la terra ad essere maggiormente ricettiva favorendo quindi la semina e lo sviluppo delle radici.

Quali sono le fasi lunari?
Vediamo adesso nel dettaglio quali sono le fasi lunari e come sfruttarle al meglio nell’orto e in giardino:

- La luna nuova. Il novilunio si presenta quando la Luna si trova tra la Terra e il Sole, trovandosi in congiunzione la Terra oscura buona parte della superficie lunare (luna nera).

- Luna crescente. La luna inizia a crescere circa una settimana dopo la luna nuova, è la classica mezzaluna caratterizzata dalla gobba a ponente, è il periodo ideale per trapiantare molte piante e fiori. Momento ideale per ottenere una rapida crescita delle primizie, dei rampicanti (fagioli, piselli...) o delle piante a crescita lenta. La tradizione consiglia di attendere la luna crescente per seminare tutti gli ortaggi che crescono al di sopra del terreno.

- Luna piena. E’ il periodo in cui la luna è completamente illuminata e sferica.

- Luna calante. Tre settimana dopo la luna nuova la gobba è a levante, la metà di superficie illuminata è rivolta quindi verso Est. In luna calante la tradizione consiglia di seminare basilico, cavoli, cicorie e lattughe da cappuccio, cipolle, indivie e scarole, finocchi, sedano e spinaci. In generale secondo la tradizione contadina con la luna calante ci si può dedicare alla semina degli ortaggi che crescono sotto terra e delle verdure con crescita a cespo. Inoltre appena dopo il plenilunio si eseguono la maggior parte dei trapianti e degli innesti. 

La raccolta
Da notare che con la luna crescente è preferibile raccogliere i frutti per un consumo a breve termine, mentre nel caso vogliamo conservarli per un periodo più lungo è preferibile fare la raccolta nella fase di luna calante.

N.b.: Per capire se la luna è calante o crescente basta ricordarsi l’antico detto: gobba a ponente (ovest) = luna crescente, gobba a levante (est) = luna calante.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione