ORTO E GIARDINO

Le semine d’inverno

LEGGI IN 3'

Primi passi

Chi l’ha detto che durante i mesi più freddi bisogna rinunciare a circondarsi di piante? Se gran parte del mondo vegetale è in letargo è altrettanto vero che molte piante o ortaggi possono essere seminati e coltivati già a partire dal mese di gennaio, per poi essere portate in esterno in un secondo momento.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta, l’importante è fare un accurato controllo delle temperature alle quali si espongono semi e piantine, sia che la semina avvenga in interno o in esterno. Tra le varie opzioni ci sono il peperoncino, le fragoline di bosco e perfino le cipolle! Comincia ora la tua coltivazione per avere le primizie a primavera.

Il peperoncino

Per portare una macchia di colore dentro a questo inverno spento e pregustare un’esplosione di sapore, ecco qualche consiglio per piantare il peperoncino. Procurati una cassettina, i semi del peperoncino (di solito in una busta di “peperoncino piccante” sono presenti più varietà) e del terriccio per semina.

Concima per bene il terriccio, usando del letame maturo, e semina. Quando le piantine sono diventate alte circa 10 cm passa ognuna in un vaso che abbia diametro di almeno una spanna. Abbi cura di tenerle all’interno fino a che le temperature esterne saranno miti, sia di giorno che di notte. Trasferirai il peperoncino dal davanzale interno a quello esterno solo in primavera, e per l’estate potrai cogliere i frutti.

Le fragoline di bosco – 1

A gennaio le giornate iniziano piano piano ad allungarsi, regalando qualche minuto di luce in più. Ecco una piantina che avrà bisogno di ogni raggio di sole possibile: la fragolina di bosco. Individua un angolo caldo e ben illuminato della tua casa, procurati una vaschetta (o un vasetto) e un sottopiatto.

Riempi la vaschetta con delle pastiglie di torba, bagnale e posizionaci 2-3 semi per ognuna. In alternativa usa del semplice terriccio, ma ricordati di preparare sotto uno strato di palline di argilla espansa. Importantissimo: semina solo con la luna crescente!

Le fragoline di bosco – 2

Se usi il terriccio crea due piccoli solchi nella terra, disponici i semi, copri con la terra e poi vaporizza dell’acqua. Copri quindi con pellicola alimentare: è fondamentale che si crei un effetto serra, facendo filtrare la luce e il caldo e aumentando la temperatura interna.

Da quando spuntano i primi germogli ogni giorno scopri il vaso per un’ora per far smaltire un po’ di umidità. Quando i germogli arriveranno a toccare la pellicola, toglila definitivamente e lascia crescere le fragoline allo scoperto. In primavera puoi portare il vaso all’esterno.

Le cipolle

Anche in pieno inverno è possibile occuparsi dell’orto! L’ideale per ripartire con la cura del nostro fazzoletto di terra sono le cipolle. Per poter raccogliere delle cipolle tra luglio e settembre è opportuno infatti cominciare a piantarle in gennaio, se all’interno di una piccola serra coperta che le protegga dal gelo, e da febbraio-marzo esternamente.

Prepara il terreno vangandolo bene e concimando abbondantemente, poi livella la superficie ma aspetta almeno una settimana prima di seminare, per dare tempo al terreno di assestarsi. Semina su file distinte distanti tra loro una spanna, posiziona i semi sotto terra di 1-2 cm e distanti almeno 5-6 cm. All’inizio di giugno dovresti avere i primi bulbi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione