SPUNTI ARTISTICI

La magia invernale di feltro e pannolenci

LEGGI IN 3'

 

La magia dell’inverno

Il feltro è una stoffa che richiama subito alla mente calde e romantiche atmosfere natalizie, i fiocchi di neve fuori dalla finestra e un camino scoppiettante. Si tratta infatti di decori facili da realizzare e poco costosi molto utilizzati in particolare per gli ornamenti invernali e natalizi.

Il feltro non è un tessuto, ma una stoffa realizzata in fibra naturale. Viene prodotto con l’infeltrimento delle fibre, solitamente lana di pecora, si caratterizza quindi per essere un tessuto molto caldo, ma anche leggero e impermeabile. L’infeltrimento viene realizzando bagnando le fibre con acqua calda, dopodiché vengono intrise di sapone e manipolate fino ad ottenere il grado di infeltrimento desiderato. Il feltro può anche essere colorato utilizzando lana tinta.

Feltro, quale scegliere

Il feltro tradizionale è realizzato con lana di pecora, ma possono essere usate le più svariate qualità di lana, di lepre, capra o anche cammello. Ma è possibile realizzare dei tessuti di feltro anche con della vecchia lana infeltrita riciclata.

Le proprietà del feltro dipendono principalmente dal tipo di fibra utilizzata, ma anche dal tipo di lavorazione che lo può rendere più leggero e morbido, oppure più duro e impermeabile. Una delle caratteristiche principali del feltro deve essere l’elasticità, deve quindi resistere alla pressione e non assumere le pieghe tipiche della lavorazione della lana. Tra i pregi del feltro anche il suo essere ecologico ed economico.

Il panno Lenci

Il pannolenci è un particolare tipo di feltro, particolarmente colorato e leggero, quindi adatto alle decorazioni creative. E’ molto morbido e versatile, può quindi essere facilmente modellato e tagliato utilizzando una forbice o un taglierino.

Tradizionalmente è composto con lana cardata di pecora e pelo di capra mohair ed ha la caratteristica di essere molto resistente e di non sfilare quando viene tagliato. Venne inventato dalla Lenci, una ditta torinese che negli anni venti e trenta lo utilizzò per la confezione di bambole artistiche.

Conservare e pulire il feltro

Come tutte le stoffe lanose anche il feltro deve essere protetto dalle tarme. Per proteggere i prodotti in feltro dalle tarme potremo usare i classici sacchetti di lavanda o canfora. Meglio conservare il feltro in luoghi luminosi e arieggiarlo periodicamente per evitare che si rovini.

Anche il feltro può ‘infeltrirsi’ ovvero possono formarsi delle piccole palline di fibra, evita di strapparle con le mani per non rovinare il tessuto, devono essere tolti usando forbici e rasoio. Per lavarlo utilizza gli stessi accorgimenti della lana, usa acqua tiepida ed evita di strizzare troppo la stoffa.

Come infeltrire la lana

Per realizzare un tessuto di feltro ‘fai da te’ taglia un pezzetto di lana cardata in base alle dimensioni di tessuto che vorrai ottenere. Bagna le mani e il tessuto con acqua calda, aggiungi una goccia di sapone e cerca di distribuirlo e impregnarlo bene sul tessuto di lana.

Appallottolatela con le dita il tessuto fino a formare una sfera e continuando a lavorarlo e modellarlo con il palmo della mano. Ogni tanto sciacqua la pallina sotto l’acqua molto calda, quindi strizza bene la stoffa per eliminare i residui di sapone. Una volta indurito il tessuto passalo sotto l’acqua gelida per provocare uno sbalzo termico che favorirà l’effetto di infeltrimento.

Creatività con il feltro

Le lavorazioni e i giochi creativi da realizzare con il feltro sono davvero molti, tutto dipende anche dal tipo e dalla qualità della stoffa. Potremo creare oggetti tridimensionali e multicolore, utilizzando fogli di feltro di vario spessore, consistenza e colore.

Abbinando panni di feltro e di stoffa pannolenci potremo realizzare originali progetti di cucito creativo. Decori natalizi facili da realizzare, biodegradabili, resistenti e davvero poco costosi. Tutta la famiglia potrà divertirsi nella creazione di questi tessuti.

Decorazioni natalizie

Per le nostre decorazioni, oltre al feltro, potremo utilizzare tutto quello che troviamo in casa: scampoli, bottoni, passamaneria, perline, brillantini. Ad esempio potremo usare del feltro marroncino per creare dei classici omini di marzapane da completare con bottoni e nastrini.

Con del feltro verde di vari colori potremo creare un abete natalizio semplice o a vari strati, con palline di feltro rosso e blu e una bella stella in feltro giallo o argento. Per ritagliare il feltro potremo usare delle forme di cartone e utilizzare forbice o taglierino. Potremo anche usare delle formine per biscotti per tracciare la sagoma sulla stoffa che poi sarà facile ritagliare.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione