SPUNTI ARTISTICI

Guida alle superfici

La prima cosa da imparare quando ci si avvicina al découpage è che ogni materiale ha proprietà differenti e richiede tecniche e accorgimenti specifici. Ecco una breve guida introduttiva alle superfici da decorare.
LEGGI IN 3'

Spazio alla fantasia

Con il découpage è possibile abbellire qualsiasi oggetto in legno, metallo, vetro o ceramica. In pratica si tratta di incollare alle varie superfici (comprese volendo le pareti di casa), figure diverse tagliate da apposite carte stampate, fissandole poi con adeguate pitturazioni.

Inizia con degli oggetti semplici, rovista in casa per trovare vecchi piatti, vassoi, taglieri di legno, vecchi oggetti insignificanti che opportunamente decorati riprenderanno nuova vita. A seconda del materiale serviranno accortezze diverse, ecco come procedere.

Latta e porcellana

Latta e porcellana sono due dei materiali più classici utilizzati per le decorazioni a découpage. Con la latta possiamo ottenere un gradevole effetto rustico, è semplice da usare perché non necessita di fondo, ma deve mantenere un effetto grezzo. Nell’incollaggio è consigliabile l’uso di carte umide e colle poco diluite.

Anche la porcellana è una superficie che si presta molto bene al découpage, i ritagli aderiscono facilmente e possono essere rifiniti anche con colori per ceramica a freddo.

Decorare il legno

Il legno grezzo è senza dubbio il materiale più usato per il découpage in quanto permette una notevole versatilità. Può infatti essere decorato grezzo, con notevoli vantaggi in termini di aderenza e incollatura, oppure trattato con una infinità di basi e fondi.

Il legno laccato invece non necessita di trattamenti, il problema in questo caso potrebbe derivare che superfici troppo lisce e lucide possono portare alla formazione di bolle d’aria nella fase di incollaggio. Per ottenere buoni risultati è consigliabile utilizzare una colla più densa.

Terracotta e ceramica

Anche la terracotta riscuote particolare successo tra le amanti del découpage. Il motivo sta nel fatto che la terracotta garantisce risultati eccellenti di incollatura se decorata a grezzo, ma può essere rifinita con un’infinità di basi e trattamenti per risultati artistici differenti.

Materiale eccellente per le decorazioni è anche la ceramica che può essere naturale oppure colorata (ovvero vetrificata), questo materiale permette un’ottima aderenza in fase di incollaggio. I ritagli aderiscono facilmente e il lavoro può essere rifinito a craquelet. Per una rifinitura più raffinata possiamo usare la resina bi componente che mette in risalto il colore di base.

Vetro e alluminio

Il vetro è uno dei materiali emergenti degli ultimi anni, perfetto per giocare sulle trasparenze attraverso la tecnica di decorazione ‘al contrario’. In questo caso i ritagli vengono incollati con la stampa rivolta verso il vetro. Con carte leggere e tovagliolini si possono ottenere effetti artistici, giochi di luce e sovrapposizioni.

L’alluminio è invece un classico del découpage. E’ facile infatti trovare in casa vecchi oggetti d’alluminio a cui dare nuova vita. Se si tratta di un oggetto nuovo deve essere lavato bene con acqua e sapone prima di essere decorato. L’uso di aggrappante e vernici spray consentirà un risultato migliore.

Su tessuto

Il découpage può essere realizzato in modo semplice ed efficace anche su maglie, tovaglie e borse di stoffa. Si possono decorare sia tessuti tesi come quelli dei classici paralumi, che normali tessuti di cotone, lino o velluto.

Per risultati migliori sarà opportuno usare carte e colle apposite per la stoffa, in questo caso i ritagli aderiranno perfettamente al tessuto e garantiranno una tenuta maggiore. Alcune colle specifiche vengono fissate direttamente con il ferro da stiro. Una volta decorati i tessuti devono essere lavati delicatamente a mano e in acqua fredda.

Plastica e laminato

Si tratta di superfici piuttosto difficili e poco utilizzate perché non permettono una buona aderenza della colla. Per essere efficaci i ritagli devono essere bagnati e incollati con colle dense e particolarmente resistenti. Per eliminare la formazione di antiestetiche bolle dovremmo passare sulla superficie, una volta incollata, una spugna bagnata.

Come finitura è preferibile utilizzare una vernice spray. Nel caso di vecchi mobili in laminato evita l’uso del primer che rischia di modificare il colore di fondo, piuttosto trattali con una cartavetrata finissima.

Un tocco di fantasia

Stuoie di paglia
Poco frequentato dalle amanti del découpage in realtà stuoie e materiali in paglia offrono risultati strepitosi. La tenuta delle carte a tovagliolo è talmente buona da sembrare stampata, l’importante è un buon trattamento.

Cuoio e pelle
Anche la pelle, grazie alla sua porosità, garantisce un’ottima tenuta del découpage. Esistono vernici specifiche per questo materiale che preservano la normale morbidezza ed elasticità della pelle.

Cera e candele
Sono difficili da decorare, ma possiamo ottenere discreti risultati con i tovagliolini. Attenzione ad utilizzare finiture specifiche o a base d’acqua per evitare che si incendino.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione