SPUNTI ARTISTICI

Carta ‘riciclata’ fai da te

LEGGI IN 2'

Ecologica e creativa

Ogni mese buttiamo nella raccolta differenziata una gran quantità di carta e cartone e poi ci rechiamo in negozio per comperare dei nuovi fogli di carta per i nostri lavoretti. In realtà con un po’ di inventiva e buona volontà potremmo provare a ‘riciclare’ i fogli buttati per creare la nostra carta fai da te. Vari tipi di carta di differente colore e spessore.

Cosa serve? Fogli o cartoncini di carta da buttare, un frullatore da cucina, una bacinella di plastica, un telaio, dei panni di tessuto, una lastra di vetro, delle forbici e un mattarello, colori o altri inserti. Con la carta ottenuta potremo liberare la fantasia e creare inviti, biglietti, collane, centrotavola e molto altro ancora.

Come realizzare la carta fai da te

Innanzitutto occorre creare un filtro, potremo utilizzare un vecchio telaio, oppure realizzarne uno con una vecchia cornice su cui fissare un vecchio tessuto in seta o anche un semplice collant, l’importante è che sia fissato saldamente alla struttura e che l’acqua non fuoriesca dagli angoli del nostro ‘filtro'.

Dividi quindi la carta da riciclare cercando di raggruppare diversi tipi di materiale e grossezza per ottenere effetti diversi. Dopo aver spezzettato la carta mettila nel frullatore con dell’acqua, potrai decidere di ottenere consistenze diverse a seconda della velocità del frullatore.

Vari tipi di carta riciclata

Riempi quindi la bacinella di acqua, immergi il filtro nell’acqua e versaci sopra il composto di carta, spargi il composto sul filtro per bene fino a coprire interamente il telo e compattalo nel modo più uniforme possibile per ottenere un foglio omogeneo.

Solleva il filtro dall’acqua e fai scolare per bene l’acqua in eccesso. Posiziona il filtro su di un piano ad asciugare e utilizza una spugna o un asciugamano per rimuovere l’acqua residua. Se il foglio di carta presenta dei buchi o delle parti troppo sottili completalo aggiungendo altro composto per rifinire per bene il lavoro. Capovolgi quindi il telaio su un panno in feltro muovendolo lentamente in modo da far staccare il foglio senza che si rompa. Copri il foglio di carta con un panno e stendilo per bene con mattarello per farlo asciugare e compattare.

Un tocco di creatività

Quando il panno sarà completamente bagnato toglilo e appoggia sul foglio una lastra di vetro, fai ancora un po’ di pressione con il mattarello e se il foglio resta ben attaccato al vetro possiamo staccarlo dal panno e lasciarlo asciugare completamente.

Per conferire degli effetti particolari alla carta potremo aggiungere vari tipi di colore (naturali o artificiali) nella fase di impasto, oppure aggiungere alcune gocce di oli essenziali nella fase di impasto, oppure anche dei pezzi di fiori, piante o erbe nell'impasto o nella dfase di pressatura. I fogli ottenuti potranno essere utilizzati per creare biglietti, album, portafotografie, segnaposto, fiori di carta e tutto quello che la fantasia ci ispira.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta