RICETTARIO

Crostata alle pesche vegana, la ricetta leggera senza burro e uova

PREPARAZIONE

Le crostate sono dolci amati un po' da tutti, facili da personalizzare in molti modi diversi, per quanto riguarda il ripieno. Dal sapore rustico e verace delle confetture più buone si arriva alle più eleganti versioni con le creme o alle deliziose ricette con la frutta fresca, che ci fa godere appieno delle delizie di stagione, delle primizie o degli ultimi esemplari del periodo.

Un dolce buonissimo in questo caso è la crostata alle pesche, che si può preparare anche in versione vegana per chi non mangia ingredienti di origine animale come il burro e le uova. Per quanto riguarda il ripieno e la frolla, si possono infatti sostituire i normali prodotti usati con varianti totalmente vegetali.

La ricetta della crostata di pesche vegana

Sbucciamo le pesche, epuriamole dal nocciolo e tagliamole a fette o tocchetti, a seconda delle preferenze. Mettiamole a macerare in una coppa con lo zucchero e il succo di limone per circa mezz'ora, mescolando di tanto in tanto per far impregnare la frutta con la parte liquida e zuccherina.

Dividiamo la pasta frolla appena tolta dal frigo in due parti. Stendiamone una metà con matterello ad uno spessore di circa 5mm e sistemiamolo su uno stampo da torta apribile, rassettando i bordi con le dita per pareggiarli. Bucherelliamo il fondo con i rebbi di una forchetta e versiamo le pesche, preventivamente scolate dall'eccesso di liquido, coprendole con tocchetti di margarina vegetale.

Usiamo la restante pasta frolla per creare la griglia decorativa della nostra crostata di pesche vegana. Cuociamo in forno già caldo a 180° C per circa 40 minuti nella parte bassa del forno. Controlliamo il livello di doratura del dolce dalla finestra del forno e tiriamo fuori quando la parte superficiale apparirà leggermente ambrata. Lasciamo raffreddare prima di consumare.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione