DIVENTARE MAMMA

4 cose che dovresti sapere prima di iniziare la fecondazione in vitro

La strada della fecondazione in vitro è una strada in salita, molto faticosa sia per il corpo sia per la mente. Inoltre, ha un peso economico per la coppia che deve essere tenuto a mente. Ecco alcuni consigli per provare.
LEGGI IN 2'

E’ molto che provi ad avere un bambino e purtroppo questo sogno sembra proprio non voler concretizzarsi. L’infertilità colpisce una coppia su sei, mediamente, e la fecondazione in vitro – estremamente costosa anche fisicamente – può essere una strada di speranza se te la senti. Quali sono le cose che dovresti sapere?

Informati sull’iter da seguire. Prima di decidere di intraprendere la fecondazione in vitro, i pazienti dovrebbero cercare di comprendere il processo di trattamento e cosa è coinvolto in ogni fase. Essere ben informati è il modo migliore per essere mentalmente preparati per i cambiamenti emotivi e fisici che la fecondazione in vitro può portare.

Conduci una vita sana. Adottare una dieta equilibrata e seguire un programma di fitness è il modo migliore per iniziare qualsiasi viaggio di fertilità. Gli studi hanno dimostrato che le donne che godono di una migliore salute fisica ed emotiva hanno le maggiori possibilità di successo con la fecondazione in vitro.

Metti in conto un prezzo emotivo. La fecondazione in vitro può essere fisicamente ed emotivamente stressante. Si raccomanda di evitare di iniziare un ciclo di trattamento di fecondazione in vitro durante i periodi di forte stress o mentre stai affrontando un cambiamento importante della vita, come un cambio di carriera.

Cerca di essere positiva. Le donne sotto i 35 anni hanno le più alte percentuali di successo nel concepire attraverso tecnologie di riproduzione. Oltre tale età, le possibilità di successo iniziano a diminuire in modo significativo. Rimani positivo e fiducioso, ma ricorda anche che fattori come il peso, le abitudini di vita e la salute generale determineranno le tue probabilità di successo. In generale, le donne oltre i 30 anni che desiderano avere figli dovrebbero considerare la loro salute riproduttiva e quella dei loro partner il prima possibile.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta