PSICOLOGIA

Cosa fare quando ti senti solo

Nonostante tu viva circondata da persone in casa e in ufficio, spesso hai la sensazione di sentirti sola. La vita è caotica e le relazioni possono essere superficiale. Come fare? Devi prenderti del tempo per trasformare in connessione la tua solitudine.
LEGGI IN 1'

In questa società così caotica e rumorosa, sentirsi soli è molto più comune di quanto si possa credere. Non sei mai realmente sola, eppure la solitudine è una costante della tua vita? I social network non possono sostituire i rapporti umani, anzi li idealizzano e trasformano quelli reali in frustranti e poco appaganti. Cosa fare quando ti senti così?

1. Ammetti con gli altri di sentirti solo. Dire ad altre persone che sei solo può sembrare spaventoso, vergognoso e autolesionista. Ma esprimere quel sentimento può essere l'inizio del rilascio. Non c’è assolutamente nulla di male e ciò non vuol dire farti compatire.

2. Fai un bilancio delle tue amicizie. Ti ci vuole poco: puoi capire su chi contare e chi no, puoi anche renderti conto di come certe relazioni siano davvero importanti e quanto altre siano tossiche.

3. Riconosci che non sei solo. Esserti isolato non vuol dire essere realmente soli. La solitudine è un'emozione salutare, che rivela il desiderio ardente di essere connesso.

4. Diventa curioso. Fai domande. Riconosci che la solitudine sembra diversa per le persone in diversi momenti della vita e che ci sono persone che hanno molte relazioni, ma sentono comunque che manca qualcosa. Chiediti che aspetto ha la solitudine per te.

5. Prenditi il ​​tempo per rallentare. Se sei spesso impegnato, potrebbe essere il momento di frenare. Talvolta la solitudine è semplicemente mancanza di tempo nel coltivare le relazioni. Rilassati e prova a lasciarti un po’ andare: bevi una birra in compagnia, ascolta musica, fai dei programmi di gruppo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione