IN FORMA

Come far passare il giradito ai bambini

LEGGI IN 2'

Spesso i bambini sono vittime di infezioni batteriche, per graffi non disinfettati, tagli non curati a dovere, punture di zanzare da cui è uscito sangue per il troppo grattare o unghie e pellicine intorno mangiucchiate. Talvolta possiamo notare, proprio in quest'ultimo caso, un gonfiore anomalo, un arrossamento preoccupante, un dolore e un fastidio incessanti e del pus. Stiamo parlando del cosiddetto giradito o patereccio, un'infezione batterica da stafilococco o da streptococco, che di solito colpisce le estremità delle dita della mano.

Sicuramente mangiarsi le unghie e le pellicine intorno è tra le prime cause di questo problema, perché si vengono a creare delle piccole lesioni che possono rappresentare l'ingresso nel nostro organismo di batteri, che provocano poi infezioni. Il giradito si presenta nella punta delle dita, vicino al complesso ungueale. Questa zona diventa rossa e fa male, soprattutto al tatto. Si possono anche manifestare degli ascessi, con il pus ben evidente in una piccola sacca a lato del dito, di colore verdastro. L'infezione può contagiare anche le altre dita della mano, per questo bisogna prestare la massima attenzione e disinfettare subito, intervenendo poi con le migliori cure per il giradito.

Trattamenti per il giradito

Se il tuo bambino o anche una persona adulta nota i sintomi del giradito, il primo consiglio è quello di interpellare il medico per capire come fare. L'infezione batterica, infatti, va sempre curata con una terapia a base di antibiotici, anche sotto forma di pomata da applicare localmente. Se non si risolve entro un paio di giorni è bene indagare meglio, per comprendere come affrontare gli agenti patogeni.

Mai perseguire la strada delle cure fai da te quando si parla di infezioni: anche se è un disturbo molto comune, può sempre avere conseguenze poco piacevoli o diffondersi ad altre dita, quindi meglio prestare la massima attenzione.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione