TEMPO LIBERO

Tutti in maschera!

LEGGI IN 3'

Tuo figlio ti ha chiesto di potersi travestire da 'zombie' o da 'vampiro' mentre l'anno scorso per Carnevale avevo chiesto un costume da principe? Tua figlia vuole diventare una 'strega' per un giorno invece di fatina di Cenerentola? Non spaventarti perché in questa scelta c'è una precisa motivazione. Il bambino vive la possibilità di mascherarsi come un momento per dare libero sfogo alla propria immaginazione scegliendo dei travestimenti che gli permettano di poter mutare la propria identità ed esorcizzare le paure.

Verso i cinque anni il bambino comincia ad imporre la propria volontà anche nell'ambito della scelta del costume di Carnevale: il bambino maschio all'inizio predilige le figure eroiche positive, quelle legate al 'lieto fine' come il principe o il re, Zorro il giustiziere buono o un super-eroe oppure sceglie un personaggio che lo diverte come il pagliaccio o il travestimento di un animale. Verso i sette anni c'è il momento dell'identificazione con il genitore del proprio sesso e quindi la scelta si orienta verso quelle figure che trasmettono forza come il cavaliere medievale, il cow-boy o il pirata.

Superato questo periodo il maschietto, che si sente più grande, preferisce impersonare figure inquietanti legate a volte al genere horror, in questo modo cerca di esorcizzare le sue paure e di affrontarle apertamente indossandone la maschera. E' bene che il genitore accondiscenda a questa sua richiesta, in questo modo darà ascolto e spazio anche alla sua parte nascosta. Il genitore ha la possibilità di presentare tramite questi messaggi non verbali, non solo il lato positivo del personaggio che il figlio vuole rappresentare, ma anche quello negativo facendo crescere il bambino in armonia con l'interezza di tutte le sfaccettature della sua sfera psicologica.

Le bambine all'inizio prediligeranno gli abiti che possono mettere in evidenza la dolcezza e la femminilità legata a figure quali la fata, la principessa o la dama. La femminuccia in genere chiede con insistenza di poter associare il trucco al costume scelto questo per assomigliare maggiormente alla figura femminile di riferimento e sentirsi così più grande. Anche le bambine a volte sentono la necessità di sconfiggere alcune paure vestendosi con costumi dall'aspetto poco rassicurante, solitamente sono richieste sporadiche che se vengono assecondate si esauriscono velocemente.

Una volta cresciute le adolescenti potranno divertirsi utilizzando gli accessori o alcuni capi d'abbigliamento della mamma o della sorella più grande accontentando così la propria necessità di allontanarsi dalla fanciullezza.

Il travestimento è utile anche per i bambini timidi o introversi che possono per Carnevale scegliere un costume che li ritragga in modo inconsueto senza che nessun adulto o bambino li possa giudicare: il pauroso per un giorno potrà imbracciare senza timore un fucile o brandire una spada mentre il 'piccoletto' della classe potrà diventare minaccioso grazie ad una maschera terrificante.

Il Carnevale è anche un momento creativo. A causa della pubblicità assillante spesso i bambini scelgono di travestirsi con i costumi già pronti dei personaggi televisivi preferiti perdendo la capacità di utilizzare la fantasia per creare delle maschere originali, divertenti e maggiormente personalizzate. Il genitore può aiutare il bambino a creare il medesimo travestimento in modo diverso: realizzando una maglietta con i colori di spider-man oppure costruendo con gommapiuma, cartone e carta argentata spade, elmi e muscoli finti, sarà più divertente e sicuramente più economico.

Mostra a tuo figlio le figure delle maschere tradizionali, magari quelle che identificano maggiormente la tua città o regione e spiegagli l'origine ed il significato: Arlecchino ed Arlecchina, Pulcinella, Colombina, Pantalone e  Balanzone sono travestimenti che hanno radici profonde e che purtroppo spesso non sono scelte dai bambini in quanto non le conoscono affatto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta