SCUOLA

Mini guida all'acquisto dei libri scolastici nuovi e usati

LEGGI IN 5'

DOVE ACQUISTARE I LIBRI NUOVI A PREZZI SCONTATI

Al supermercato. Quasi tutte le catene della grande distribuzione (Coop, Esselunga, Auchan, Carrefour, Il Gigante, Simply, Conad, Despar, Pam e molti altri) vendono libri scolastici nuovi a prezzi convenienti, dandoti anche la possibilità, in molti, casi di prenotarli. Se decidi di acquistare i libri di testo per i tuoi figli dove fai abitualmente la spesa, fai bene i conti: per legge i supermercati possono praticare al massimo uno sconto del 15% sul prezzo pieno, permettendoti così di pagare una cifra inferiore. Con la strategia dei buoni sconto molti supermercati promettono un rimborso fino al 20% o al 25% dell’importo sulla spesa successiva: la percentuale più alta fa gola, ma considera che in questo modo è come se pagassi il libro a prezzo pieno e risparmiassi sulla spesa. Alcuni supermercati che propongono il buono sconto ti permettono di accumulare punti sulla tessera fedeltà: un buon motivo per scegliere l’opzione del risparmio maggiore solo se sei una cliente abituale. 

Online. La scuola è iniziata e hai fretta di fare scorta di libri di testo? La soluzione migliore potrebbe essere acquistarli in rete. Siti come IBS e Amazon ti danno la garanzia della consegna in pochi giorni lavorativi, perché in genere i titoli sono già disponibili a magazzino. Inoltre hai buone probabilità di trovarli a prezzi vantaggiosi: sui nuovi titoli, inclusi quelli scolastici, i colossi dell’e-commerce propongono sconti fino al 15%. Considera che al costo dei libri dovrai aggiungere le spese di spedizione: di solito si aggirano su una decina di euro, ma facendo un ordine cumulativo assieme ad altri genitori potete dividerle. Poi, già che ci sei, puoi acquistare anche la cancelleria, i quaderni, le matite e tutto quello che potrà servire a tuo figlio sui banchi di scuola.

In libreria. Ci sono librerie specializzate che vendono libri scolastici nuovi e usati. In genere propongono sconti fino al 30% o alla metà del prezzo. Ci sono libri su cui devi investire e che ti conviene acquistare nuovi: sono i volumi unici, che tuo figlio userà per più anni (per esempio i dizionari). Costano di più, ma spalmi l’investimento.

Libri digitali. In questi ultimi anni quasi tutti i titoli per la scuola si trovano anche in formato digitale. Sta ai docenti decidere se adottare la carta, il digitale o versioni miste dei testi scolastici, come è previsto da un decreto ministeriale. In questo caso devi prevedere la spesa per il tablet o per l’ebook reader, ma è un investimento che ti ripaga nel tempo perché i libri elettronici costano circa il 30% in meno rispetto alla stessa edizione cartacea. In più, alcune scuole possono dare in comodato gratuito ai propri allievi gli ebook reader per tutta la durata dell’anno scolastico. L’app di  Scuolabook (consultabile anche dal computer) propone migliaia di libri che rendono più vivo, interattivo e multimediale l’apprendimento. 

DOVE ACQUISTARE I LIBRI USATI 

A scuola. Spesso gli insegnanti adottano gli stessi testi per più anni consecutivi, quindi è normale che i ragazzi comprino e vendano i libri usati tra i banchi di scuola. Se lo fai con metodo, diventa un circolo virtuoso: acquisti i libri usati quando tuo figlio va in prima, dalla seconda in poi non pagherai più nulla perché recupererai il costo dei libri della classe successiva, vendendo quelli che tuo figlio ha utilizzato di anno in anno. E l’ultimo anno recupererai i soldi spesi all’inizio. In questo modo, di fatto, non spenderai nulla. Ma attenzione: è importante tenere i libri in buono stato, sottolineare a matita, non sgualcirli, ricoprirli con la plastica protettiva per mantenerli come nuovi, applicare i post-it colorati anziché fare le “orecchie” alle pagine: se il libro sarà “vissuto” dovrai venderlo a un prezzo molto inferiore rispetto a quello a cui l’avevi acquistato. Pensaci bene!

Il mercatino dell’usato. Hai solo l’imbarazzo della scelta tra i mercatini di libri usati che vengono organizzati in moltissime città, molti dei quali dedicati esclusivamente ai testi scolastici. Fino a metà settembre, trovare una bancarella che vende libri scolastici di seconda o terza mano non ti sarà difficile, ma trovare i titoli che cerchi potrebbe diventare una missione impossibile. Tentar non nuoce, ma considera che servono molto tempo e voglia per cimentarsi nell’impresa, senza nessuna garanzia di riuscirci in tempo. Con un po’ di accortezza, però, potrai trovare i libri usati ai prezzi più convenienti.
Fai anche molta attenzione alle edizioni: spesso le case editrici aggiornano i libri scolastici cambiandone marginalmente i contenuti, così da scoraggiare il mercato dell’usato. Questo fa crollare il prezzo delle edizioni precedenti, che sono quasi identiche a quelle aggiornate, salvo qualche pagina.  Puoi comprarle usate a prezzi bassissimi e, per le pagine che mancano, integrare con qualche fotocopia, se sarà necessario. I mercatini del libro sono anche molto utili per chi vuole vendere i propri libri scolastici dell’anno precedente. Molti banchi accettano i libri in conto vendita: lasci loro i testi che vuoi vendere, stabilisci il loro prezzo e spetterà a gestori del banchetto venderli durante tutta a durata del mercatino. L’ultimo giorno potrai passare a riscuotere i soldi ottenuti dalla vendita dei libri (su cui i gestori del banco avranno trattenuto una quota) e ritirare l’invenduto. 

COME AVERE I LIBRI SCOLASTICI GRATIS (O QUASI)

Se i tuoi figli stanno per iniziare le scuole superiori hai la possibilità di scaricare gratis tantissimi materiali didattici sostituivi dei libri di testo, scritti dagli 800 docenti che hanno aderito al progetto Book in Progress, che nasce per venire incontro alle famiglie e combattere il caro libri. I testi sono rivolti alle prime e seconde classi dei Licei, degli Istituti Tecnici e Professionali. Sul sito del progetto trovi tutti i testi da scaricare subito. 

Se sei una mamma single o se in questo momento la condizione economica della tua famiglia è a basso reddito, puoi chiedere le agevolazioni ministeriali, non solo per l’acquisto dei libri ma anche per la mensa, i trasporti e le tasse. Ogni regione è organizzata in modo diverso: puoi informarti direttamente nella scuola di tuo figlio su quali sono le agevolazioni e i bonus in base al tuo ISEE (indicatore della situazione economica equivalente). Alcune regioni a statuto speciale, inoltre, garantiscono testi gratuiti per gli allievi delle scuole di ogni ordine e grado. 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta