PRIMA INFANZIA

Piccole pesti già al mattino

LEGGI IN 2'

Il tempo è poco ed abbiamo mille cose da fare prima di uscire di casa : bisogna svegliare i nostri bimbi in tempo per arrivare puntuali a scuola, prepararci per andare al lavoro, fare colazione …... e come se non bastasse, i nostri figli ce la mettono tutta per farci perdere tutto il tempo possibile.

Cerchiamo allora di impostare al meglio l’inizio della giornata per aiutare i nostri bambini ad affrontare con serenità gli impegni che li attendono.

Cominciamo la sera prima: non mandiamoli a letto troppo tardi perché un sonno adeguato permette di recuperare le energie necessarie per affrontare la nuova giornata, e prepariamo già tutto l’occorrente (vestiti, cartella, la borsa per lo sport pomeridiano) in modo che al mattino eviteremo di perdere tempo per cercare di recuperare abiti e quaderni.

La mattina fate le cose senza fretta, per non alzare il livello dello stress già all’inizio della giornata: cercate di calcolare bene il tempo di preparazione e se vostro figlio ha bisogno di tempi un po’ lunghi per prepararsi, fatelo dormire un po’ di meno dandogli il tempo ad esempio di fare colazione con calma, di andare in bagno più volte e di prepararsi da solo.

E se di fronte al latte arretra come un gamberetto o vanta mille scuse per saltare la colazione? Qualunque sia la scusa, cerca di adottare dei piccoli trucchi in modo che non possano proprio dire di no: ricorda che la prima colazione è molto importante perché dà la giusta carica per affrontare gli impegni scolatici evitando cali di attenzione e sonnolenza.

Ed allora impariamo a barattare un po’ di pigrizia con tanta allegria che ci permetta di partire alla grande. Creiamo una atmosfera allegra magari mettendo una musica vivace e piena di ritmo e mettiamo in bella vista, su una tovaglia colorata, tutto quello può piacere ai nostri bambini: latte, cacao, succo di frutta, fette biscottate o biscotti, miele, marmellate, burro o formaggio spalmabile. Ma anche un piattino di pinoli, noci,nocciole o mandorle: rimarrete sorprese nel vedere come li mangeranno di gusto!

Provate anche a sostituire lo zucchero con il fruttosio che dona energia ma, al contrario dello zucchero, “brucia” molto più lentamente evitando cali di vitalità. E il disordine che rimane? Lasciatelo a pranzo (tranne gli alimenti che sono deperibili) pensando che è meglio un bambino felice e contento che mille tavole in disordine!

Infine ogni mattina cerchiamo di scambiare qualche parola con i nostri bambini, evitando di sgridarli prima che vadano a scuola e non dimentichiamoci abbracci e carezze: salutiamoli sempre personalmente con un bacio, qualche parola di incoraggiamento ed una carezza. Sarà il nostro modo di comunicare che sappiamo mettere davanti a tutti i nostri impegni le loro necessità.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione