PRIMA INFANZIA

Guida e regole per la scelta del pediatra

LEGGI IN 2'

Valutare e scegliere il medico per tuo figlio

Decidere chi sarà il pediatra che accompagnerà nella sua crescita il vostro bambino è una delle prime scelte importanti per una neo-mamma. Non si tratta solo di un medico da consultare per i controlli periodici, o durante le emergenze: il pediatra deve essere un valido aiuto e sostegno nel recupero di informazioni e nella valutazione di strategie per la salute e la crescita di tuo figlio.

Orari e logistica

Con un bambino piccolo organizzare spostamenti e conciliare gli impegni di madre con quelli lavorativi non sarà facile: perciò fai in modo che l'offerta del tuo pediatra sia il più possibile vicina a quelle che sono le tue esigenze logistiche e di tempo. Ogni medico dovrebbe disporre di una carta servizi: controllate quali sono gli orari di ambulatorio, se il pediatra è reperibile telefonicamente, alcuni ad esempio attivano una fascia oraria dedicata esclusivamente alle chiamate. E ancora se è disponibile, in caso di emergenza, a fare visite a domicilio  o se comunque sarai tu a doverti spostare. A proposito: l'ambulatorio è abbastanza vicino a casa? È facilmente raggiungibile? A volte sono le piccole cose a fare la differenza.

Due chiacchiere prima di cominciare

Prima di cominciare quello che sarà un lungo rapporto, che durerà fino a quando tuo figlio sarà adolescente, se possibile, incontra il pediatra per due chiacchiere. Un semplice colloquio conoscitivo ti permetterà di capire se riuscite a comunicare con facilità, se il dottore è disposto al dialogo e all'ascolto, se riguardo a temi e informazioni chiave che ti serviranno è abbastanza chiaro. Non dimenticate che la gestione dei rapporti interpersonali medico-paziente, che condiziona il valore delle cure dedicate a vostro figlio, pesa tutta su di te!

Gli step della scelta

Una volta che hai valutato nel modo giusto tutti questi aspetti è arrivato il momento dei passaggi burocratici. Innanzitutto recati alla ASL della tua zona di residenza con il codice fiscale di tuo figlio. Ti ferrà fornita la lista dei pediatri della ASL tra i quali potrai scegliere. Attenzione: se il medico che vuoi scegliere dovesse avere già raggiunto il numero massimo di pazienti verrai messa in lista d'attesa e assegnata momentaneamente a un altro specialista. Una sola eccezione può essere fatta a questa regola, nel caso in cui tu abbia un altro figlio che già è seguito da un pediatra, sarà possibile inserire anche il nuovo arrivato tra i suoi pazienti, in quella lista che, per un figlio unico, sarebbe stata chiusa.

Medico fuori ASL?

Poniamo che nessuno dei pediatri della tua zona di residenza soddisfi i criteri che hai stabilito ma che uno specialista assegnato a una ASL vicina sia proprio il medico che cercate. In questo caso sarà necessario che il medico stesso ti rilasci una dichiarazione scritta di accetazione della tua richiesta: senza un suo esplicito consenso non è possibile scavalcare i vincoli territoriali stabiliti dalle ASL, e quindi non è possibile che tuo figlio diventi un suo paziente.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta