BRICOLAGE

Come togliere il biadesivo dal legno: i consigli pratici

LEGGI IN 2'

Togliere il biadesivo dal legno può essere un'operazione delicata che, tuttavia, si rende necessaria quando il nastro non serve più oppure quando ci rendiamo conto di voler spostare qualcosa che avevamo fissato o dobbiamo cambiare l’assetto di una costruzione o degli arredi. Consideriamo, dunque, gli step per rimuovere il nastro senza rovinare il legno.

Come togliere il biadesivo dal legno
Togliere direttamente il biadesivo può essere difficoltoso, soprattutto se lo hai fissato da molto tempo. La presa, infatti, può essere così forte che, se provi a staccare il nastro, questo non si solleva oppure lascia molti residui sul legno.

Perciò, cerchiamo di facilitare lo scollamento. In che modo? Ammorbidisci il collante riscaldando la zona con il nastro biadesivo con l'asciugacapelli: metti il phon a qualche centimetro di distanza dalla superficie e accendilo.

Quindi, alza un po' il nastro adesivo e cerca di sollevarlo delicatamente. Può essere sufficiente scostarlo con le dita oppure puoi aiutarti con un oggetto piatto o una spatola senza spigoli vivi, come una carta di credito vecchia o il raschietto per il ghiaccio delle auto. Se c’è bisogno, riscalda nuovamente e dopo continua a sollevare il nastro pezzo dopo pezzo, sempre con perizia.

Infine, una volta che hai tolto il biadesivo, pulisci gli eventuali residui con una carteggiatura leggerissima con la carta vetrata molto fine, operazione da fare evidentemente con estrema cautela. Se c'è bisogno, pulisci il legno con un prodotto idoneo che non lo macchi, attenzione a quanto usi soprattutto se il legno è grezzo.

In ogni caso, per ogni passaggio, per ogni attrezzo e per ogni prodotto, prima fai una prova su un punto nascosto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione