TRUCCHI E SOLUZIONI

Come pulire i vetri satinati delle porte per averli luminosi e igienizzati

LEGGI IN 2'

I vetri satinati, molto utilizzati in bagno per i box doccia, sono in realtà presenti in casa sotto altre forme. Chi vuole un appartamento che frutta ogni raggio di sole, sceglie infatti le porte con il pannello centrale in vetro lavorato o satinato, così da garantire il passaggio della luce da una stanza all'altra, pur tutelando la privacy delle camere.

Il problema dei vetri satinati è che la loro superficie non è liscia al tatto, proprio perché l'effetto opaco è dato da un processo di sabbiatura, che rende appunto la grana irregolare. Per pulire questo tipo di vetro, è necessario quindi agire in maniera mirata, al fine di lavare via ogni traccia di polvere e sporco.

Il primo passaggio, universale per la maggior parte dei lavori di casa, è di eliminare preventivamente lo strato superficiale di polvere, utilizzando un panno elettrostatico morbido e che non lasci giù pelucchi. In questo modo evitiamo che la polvere si impasti con i detergenti che useremo dopo.

Dotiamoci di guanti in lattice, strofinacci in cotone puliti e rotolone di carta e ovviamente di un buon detergente per vetri. Possiamo usare anche l'alcol, ma è sempre preferibile adoperare un prodotto che abbia sia potere sgrassante sia anti aloni, così da far brillare la superficie.

Spruzziamo il detergente sul panno in cotone e passiamolo sulle lastre in vetro satinato delle porte con movimenti circolari. In questo modo saremo sicure di far venire via ogni traccia di sporco. Bagniamo il panno ogni volta che perde umidità e puliamo fino a quando il vetro non appare pulito.

L'operazione non è velocissima, ma tutela la salute dei nostri vetri satinati. Alcuni suggeriscono l'uso di spugne abrasive per fare prima, ma a lungo andare si corre il rischio di compromettere la smerigliatura e fare così i conti con parti di vetro di diverso colore e superficie.

Quando abbiamo finito, usiamo uno strappo di carta leggermente bagnato con acqua per eliminare le eventuali tracce di detergente che possono essere finite sul legno della porta. Usiamone un secondo per asciugare. Le nostre porte saranno come nuove.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta