FITNESS DEL PULITO

Come organizzare le pulizie domestiche quando si lavora in casa o fuori

LEGGI IN 2'

Organizzare le pulizie domestiche quando si lavora è il primo passo per non stressarsi e avere la casa pulita: come fare? Vediamo i consigli generali e le dritte specifiche per chi lavora in casa e per chi lavora fuori.

Come organizzare le pulizie domestiche quando si lavora: le 3 regole d’oro
1) Non accumulare
Pensiamo agli oggetti, alla polvere, alle cose da fare: la prima regola d’oro è evitare di accumulare, ma posare ogni cosa al suo posto dopo l’uso, fare le attività subito, pulire poco ogni giorno. Qualche esempio? Riponi i panni nei cassetti e negli armadi quando li raccogli, metti i piatti nella lavastoviglie o lavali subito, periodicamente pulisci le ante della cucina dopo che lavi i piatti, asciuga le superfici in bagno, stira i vestiti un po’ alla volta.

2) Ottimizza i tempi…a modo tuo
Puoi decidere di sfruttare i tempi morti, come le pubblicità in tv, il momento in cui aspetti che si liberi il bagno, per fare dei piccoli compiti che, sommati, ti consentono di pulire. Oppure, rilassarti del tutto per recuperare le forze e concentrare le pulizie in un tempo più lungo.

Ancora, puoi dedicare ogni giorno a una stanza o a un compito oppure fare le pulizie nel tuo giorno libero.

In questo senso, per ottimizzare i tempi delle pulizie di casa, può essere utile costruire un planning settimanale.

3) Abbina i lavori domestici ad altro
Per organizzare le pulizie lavorando, prova a inserire dei piccoli compiti anche nei tempi in cui fai altro: ad esempio puoi piegare i panni o stirarli mentre guardi un film o pulire i pezzi del bagno quando fai la doccia o ti dedichi alla beauty routine e devi aspettare per il tempo di posa di un prodotto.


Come organizzare le pulizie domestiche quando si lavora in casa
Lavorare da casa non implica avere più tempo, anzi se ne perde forse di più, proprio perché non c’è un confine netto tra il lavoro e tutto il resto.

Quindi, per ottimizzare le pulizie di casa, a monte cerca di distinguere i tempi del lavoro da quelli dedicati ad altre attività, per partire da una buona organizzazione della giornata. Poi, prevedi uno spazio per le pulizie.

Un’idea è calcolare approssimativamente il tempo che impiegheresti per andare in ufficio e impiegarlo per pulire: va bene anche mezz’ora al giorno.

Inoltre, puoi fare qualche pausa ogni tanto e sgranchirti facendo piccole pulizie.

 

Come organizzare le pulizie domestiche quando si lavora fuori casa
Se lavori fuori casa, la difficoltà è trovare il tempo materiale per pulire: prova a dividere i compiti tra il periodo prima di uscire e il momento del rientro. Ad esempio, puoi svegliarti mezz’ora prima e organizzare le pulizie a piccoli passi o mettere la lavatrice appena arrivi e raccogliere i panni il mattino dopo.

Anche in questo caso, partire da una buona organizzazione della giornata e della settimana aiuta.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta