FIGLI

Come insegnare i colori al tuo bambino

I bambini iniziano a riconoscere i colori da subito, ma è durante l'asilo che scoprono e viaggiano attraverso questo fantastico mondo, che prendere forma e si concretizza intorno ai 5 anni. Ecco i consigli di DonnaD per aiutarlo nel percorso.
LEGGI IN 2'

Imparare i colori è un traguardo importante per il tuo bambino e dovrebbe raggiungerlo circa a 18 mesi.  L'apprendimento dei colori, da un punto di vista scolastico, inizia con quelli primari (ovvero rosso, blu, verde, giallo) verso i 3 anni, per poi proseguire riconoscendo quelli più difficili (rosa, viola, grigio o marrone), verso i 5 anni. Ovviamente sono età approssimative che variano molto da piccolo a piccolo.

Come aiutare il bambino a differenziare i colori? Puoi iniziare all'età di 2 anni. Come sai i bambini ci vedono molto bene e devono semplicemente imparare ad abbinare la parola (il suono) al colore. Quando la vesti, non esitare a dirgli il colore del suo cappotto o delle calze. Leggendo con lui, mostragli le immagine del libro e specifica che il pulcino è giallo e il coccodrillo è verde senza aspettarti che sia in grado di nominare o riconoscere sempre tutti i colori.

Cosa succede se mio figlio rifiuta determinati colori? Molto spesso, i ragazzini rifiutano di indossare alcuni colori e hanno una preferenza per alcune nuance. Questa reazione è perfettamente normale tra 3 e 6 anni perché il bambino, in questa fascia di età, è in procinto di costruire la sua identità e il colore è per lui un importante marchio di identità. Attenzione identità, genere e sessualità sono tre cose diverse e certamente non sono i colori a definirle.

Spiegagli che non ci sono colori per le ragazze o colori per i ragazzi nel rispetto delle sue scelte. Al tempo stesso dimostrati comprensivo e accetta i suoi gusti. È un modo per dimostrargli stima come persona.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione