PRIMA INFANZIA

Come far bere il tuo bambino da una tazza

Abbondonare il biberon può essere impegnativo per il bambino, ma è un passaggio che se affrontato con serentità diventa naturale. Ciò che conta è rispettare i suoi tempi e vedrai che andrà tutto bene.
LEGGI IN 2'

Il biberon è tanto comodo, per la mamma e – soprattutto – per il bambino. Arriva però un momento che va abbandonato, esattamente come si fa con il ciuccio e il pannolino. Passare alla tazza può però essere difficile: i piccoli di solito sono pronti per questo cambiamento dai sei agli otto mesi, ma alcuni bambini non sono interessati fino a quando non hanno superato almeno l’anno.

Molti genitori si preoccupano perché temono che rifiuteranno completamente la tazza. Spesso il comfort dell'allattamento al seno o del biberon può causare riluttanza ad accettare un bicchiere, quindi è importante non renderlo un grosso problema e introdurre semplicemente l'idea con delicatezza.

Consigli per passare alla tazza

Prova a introdurre la tazza a pranzo e all'ora del tè piuttosto che a colazione quando il tuo bambino ha molta fame e mantieni il latte della sera prima di andare a letto come allattamento al seno o biberon.

Investi in alcune tazze con beccuccio. Inizia con una tazza antigoccia a flusso lento che limita il flusso di liquido dalla tazza. Ciò renderà meno probabile che il liquido vada di traverso, che è una causa comune di rigetto della tazza.

Prova a immergere la punta del beccuccio della tazza nel latte materno o nella formula del tuo bambino e poi dallo al tuo bambino per provare.

Mostra al tuo piccolo la strada. I bambini adorano copiare, quindi prendi tu stesso un sorso da un bicchiere antigoccia e offrine al tuo bambino uno per sé. Anche i fratelli sono utili quando si introducono le tazze: lascia che lo aiuti mostrando al fratello minore come bere "come un bambino grande".

Prova liquidi diversi. Alcuni bambini prenderanno l'acqua solo da un bicchiere antigoccia, preferendo il seno o il biberon per il latte materno o artificiale. Non preoccuparti, questo è normale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione