LAVANDERIA

Come eliminare le macchie di ruggine

Le macchie di ruggine possono essere ostinate e possono rovinare la biancheria. Come si rimuovono? Prova i consigli di DonnaD per avere bucati perfetti, senza aloni e senza la necessità di rivolgersi alla tintoria.
LEGGI IN 1'

Le macchie di ruggine sono macchie difficili. Prima di tutto, perché non ti sporchi (per fortuna!) in questo modo tutti i giorni, però quando succede il capo potrebbe anche essere rovinato. È un’eventualità che devi prendere in considerazione. Detto ciò non devi spaventarti, perché una possibilità di farcela c’è.

Per eliminare le macchie di ruggine dai tessuti, puoi provare dei prodotti naturali prima di eseguire un classico lavaggio. Possono essere d’aiuto il sale e il limone. Ovviamente, ciò vale per i colori pastello o per il bianco. Il limone tende a decolorare quindi sui toni scuri è pericoloso, quasi come la candeggina.

Inumidisci con poca acqua la zona della macchia. Cospargila con sale fino e a seguire con succo di limone. Poi lascia seccare il composto. Formerà come una crosta e in teoria dovrebbe staccarsi portandosi via la ruggine. Se non accade, ripeti l’operazione. Dopo lava normalmente il tuo capo, seguendo l’etichetta di cura.

In alternativa al sale e al limone, puoi fare una pasta unendo un cucchiaino di cremor tartaro, un cucchiaino di bicarbonato di sodio e alcune gocce di acqua ossigenata. Applica la pasta sulla macchia e lasciala agire per 30 minuti prima di risciacquare accuratamente il tessuto.

In commercio poi esistono dei prodotti specifici e professionali: se la macchia è ostinata o molto estesa, ovviamente il consiglio è usare questi detergenti. Segui attentamente le istruzioni del produttore; molti solventi sono estremamente tossici e possono bruciare la pelle e danneggiare le finiture dell'apparecchio.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione