DONNE E LAVORO

Come diventare dog walker

LEGGI IN 2'

Il dog walker è una professione sempre più richiesta. In Italia si stima che ci siano più di 62 milioni di animali domestici: tra questi 30 milioni sono i pesci, seguiti dai cani che sarebbero 16 milioni e 13 milioni di gatti. Molte famiglie condividono casa e vita con un pets, ma spesso le abitudini famigliari non coincidono con le necessità degli animali. Ad esempio dei cani, che hanno bisogno di fare più passeggiate al giorno e a volte non tollerano di rimanere a casa da soli. Ecco che allora arrivano i professionisti a prendersi cura di Fido. Come diventare dog walker?

La figura del dog walker, a differenza di quella del dog sitter (che come suggerisce il nome stesso è il "baby sitter" del nostro cane che viene a casa nostra, si occupa di lui e magari lo tiene anche quando siamo in ferie o in trasferta del lavoro), è quella che porta a passeggio gli animali. Di solito è una figura professionale molto richiesta, soprattutto nelle grandi città, per poter portare a passeggio durante il giorno Fido anche se i proprietari sono al lavoro e non se ne possono occupare. A volte le due professioni si fondono anche insieme, perché il confine tra le due  è molto labile.

Non esiste un percorso di studi che porta a diventare dog sitter, ma diversi corsi di formazione professionale. Sarebbe meglio, oltre ad avere la passione per gli animali che magari ti ha anche portato a studiare per lavorare con gli animali, avere anche nozioni di primo soccorso per i pets, di addestramento dei cani. Se dal punto di vista legale non sei obbligato ad avere una formazione, per essere più professionale è bene avere una preparazione ed essere sempre pronto a intervenire in ogni emergenza.

Solitamente i dog walker, come i dog sitter, sono liberi professionisti con partita IVA (a meno di non guadagnare meno di 5mila euro l'anno quando non c'è bisogno della partita IVA, ma basta dichiarare i soldi guadagnati in dichiarazione dei redditi). Devi essere inoltre molto flessibile con gli orari e avere buone doti organizzative, perché per guadagnare un po' di più devi avere diversi clienti. Quindi meglio gestirli bene. Oltre a saper trattare con gli animali, devi anche saper trattare con i proprietari, quindi meglio avere un carattere aperto.

Per trovare lavoro, puoi lasciare annunci sui social, nei siti online dedicati, nei gruppi Facebook della tua città e anche nei negozi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione