BENESSERE

Come conservare il cibo per evitare i rischi più comuni

Conservare correttamente il cibo significa evitare di sprecare ma anche di incorrere in eventuali problemi di salute, come le intossicazioni alimentari. Ecco alcuni importanti suggerimenti per organizzare frigorifero e dispensa.
LEGGI IN 1'

Mangiare bene significa mantenersi in salute. E la regola vale anche per la conservazione. Tre quarti dell'intossicazione alimentare è dovuta a una scarsa conservazione domestica. Tuttavia, alcune semplici precauzioni consentono di eliminare dalla tavola eventuali rischi.

Prodotti secchi, pasta, farina, semolino, riso, fette biscottate e biscotti sono spesso poco considerati, ma anche loro mettono a rischio la tua sicurezza. Non devi tenerli nelle loro confezioni originali una volta aperti: i lieviti e gli acari della farina (Acarus siro), infatti, penetrano nelle bustine aperte. Usa delle scatole ermetiche.

Il freddo non distrugge i germi, li addormenta semplicemente. Una semplice interruzione di corrente e tornano a proliferare. Per preservare la qualità sanitaria dei prodotti contenuti nel tuo frigorifero, considera:

  • effettuare una pulizia completa ogni due o tre settimane (candeggina o prodotti battericidi speciali);
  • eliminare la confezione originale che non è sempre molto sana;
  • imballare il cibo separatamente per evitare contaminazioni;
  • utilizzare pellicole, sacchetti o scatole ermetiche;
  • non lasciare le uova all'aria aperta, anche negli scaffali riservati a questo scopo.

Rispetta i periodi di conservazione

Latte UHT sterilizzato, ricotta, yogurt, panna fresca: da consumare entro 6 giorni dall'apertura;

Carne cruda, succo di frutta aperto, latte pastorizzato: entro 3 giorni;

Pesce fresco: entro 2 giorni;

Maionese fatta in casa, frattaglie, salsiccia, hamburger: lo stesso giorno.

I dispositivi sottovuoto rappresentano una piccola rivoluzione nella conservazione degli alimenti. Consentono di prolungare in sicurezza, preservando il sapore e l'aspetto dei prodotti, crudi o cotti.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione