2019/10/22 09:12:1444325
2019/10/22 09:12:1415149

CONSIGLI DI VIAGGIO

Come affrontare in viaggio aereo quando si è allergici agli animali

Viaggiare quando si è soggetti allergici non è sempre facile: in volo, per esempio, sono comuni passeggeri che trasportano animali di piccola taglia e non li mettono in stiva. Come bisogna comportarsi in queste situazioni?
LEGGI IN 2'

Sei una persona molto allergica e il pelo degli animali ti fa diventare pazza? In presenza di animali, si manifestano sintomi come difficoltà respiratorie, asma, rinite, congiuntive ecc. Questo problema potrebbe presentarsi in caso di volo aereo. Gli animali domestici di piccola taglia a bordo sono molto frequenti.

Ross Feinstein, portavoce di American Airlines, ha affermato che tra il 2016 e il 2017, la compagnia ha registrato un aumento di oltre il 40% dei clienti che ha viaggiato con un cane di accompagnamento o supporto. Un animale di servizio è diverso da un animale di sostegno emotivo perché è "addestrato individualmente per svolgere il lavoro o svolgere compiti a beneficio di un individuo con disabilità". Detto ciò è sempre un animale, con il suo pelo, che può causare problemi a persone sensibili. 

Che cosa significa viaggiare per le persone allergiche o impaurite dei cani? Prima di tutto possono provare disagio e avere paura di avere una reazione allergica. Quello che potrebbero fare i passeggeri in questa condizione è chiedere al banco del check in se il posto che gli è stato assegnato è accanto a passeggeri con animali, al fine di avere un posto in un'altra zona. Se l'allergia è molto forte, la compagnia farà in modo di prenotare un volo nel quale il passeggero non debba avere problemi allergici. Certo, potrebbero esserci ritardi sulla partenza

In linea di massima, si consiglia di parlare con un addetto del servizio clienti al gate di partenza che dovrebbe provvedere ad assistere la persona allergica. Il viaggio aereo non dovrebbe includere rischi per la salute facilmente evitabili. Gli animali domestici possono essere sistemati comodamente e in sicurezza nelle stive degli aerei, se non è possibile ricollocare i passeggeri. Le compagnie aeree sono tenute a mettere al primo posto i bisogni dei loro passeggeri (umani) o, comunque, non dovrebbero essere obbligate a farlo. E' una questione di educazione.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione