2019/02/22 18:35:4133267

ORTO E GIARDINO

Coltivare i broccoli calabresi: 11 consigli utili

LEGGI IN 2'

Coltivare i broccoli calabresi è facile: nell'orto avrai un ortaggio gustoso che, tra le altre proprietà, sembra avere caratteristiche antitumorali, per il colon e il retto.

Si tratta di una varietà di broccolo denominata anche Ramoso Calabrese o Verde Calabrese.

Tende a germogliare di nuovo dopo la prima raccolta, può soffrire un clima troppo freddo e ci sono varietà precoci, medio-precoci e tardive.

Coltivare i broccoli calabresi: 11 consigli utili
1) Come preparazione alla coltivazione, lavora il terreno in profondità. In questa fase, controlla se la terra tende a far ristagnare acqua: per ovviare, puoi fare delle aiuole rialzate;   

2) Puoi effettuare una concimazione con un fertilizzante organico, come il letame ben maturo, ma non esagerare;

3) Per cominciare a coltivare i broccoli calabresi, puoi fare il doppio passaggio, ovvero semina in contenitori alveolati, con luna crescente, e successivo trapianto, con luna calante. Comincia con i semi più o meno da aprile/maggio a giugno/luglio. I tempi oscillano in funzione del clima e del ciclo di coltura (precoce o tardivo), in linea di massima anticipa se abiti al Nord. C’è anche chi semina direttamente nel terreno.  

4) D’altra parte, è pratico mettere a dimora le piantine già formate. Il range temporale indicativo va dal periodo tra fine inverno e primavera alla parte finale dell’estate (agosto/settembre). Per entrambe le modalità di avvio della coltura, chiedi informazioni dove acquisti le piantine o leggi le indicazioni, anche perché i mesi variano in base a quanto tempo i broccoli impiegano a svilupparsi (varietà precoci o tardive) e a quando vuoi portarli in tavola.

5) Quando metti nel terreno le piante, per le varietà che spuntano prima (precoci), puoi mantenere una distanza di 30-50 centimetri tra le piante e di circa 50 tra le file; per quelle che si sviluppano dopo (tardive), puoi aumentare gli spazi rispettivamente a 50-70 e 60-80 centimetri circa;

6) A ridosso della messa a dimora in piena terra, annaffia. In seguito, provvedi in base alla stagione in cui li coltivi ovvero alla frequenza delle piogge, in linea di massima con irrigazioni moderate e regolari.

7) La cura dei broccoli prevede l'estirpazione delle erbacce;

8) Anche per questo, puoi pacciamare il terreno;

9) Quando si raccolgono i broccoli calabresi? Quando le cime hanno un certo sviluppo, ma comunque prima che si aprano o prima di possibili gelate.

10) Taglia solo la testa al centro e lascia una parte alla base in quanto si svilupperanno altre cime laterali. C’è chi spezza le foglie, per favorire l'emissione di altri germogli;

11) A raccolta ultimata, togli dal terreno quanto resta: per la prossima coltivazione, evita di ripiantare nello stesso posto i broccoli calabresi o gli altri ortaggi della stessa famiglia come la verza, il cavolfiore e in generale i cavoli.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione