FIGLI

Cibi esotici ai bambini: sì o no?

LEGGI IN 2'

I cibi esotici stuzzicano il palato non solo degli adulti ma anche dei bambini. Fare nuove esperienze con il palato stuzzica la curiosità di sapere e conoscere tutto sui luoghi da cui provengono. Frutti, spezie, erbe sconosciute da assaggiare sono un’esperienza coinvolgente. Anche tra i piccoli, che amano tutto ciò che mangiano mamma e papà. Ma è giusto far mangiare i cibi esotici ai bambini? Perchè farlo?

Senza dubbio aiuta i piccoli a ampliare i propri orizzonti e ad entrare in contatto con le diversità a livello di gusto, scatenando l’immaginazione. Intorno a noi vivono popoli provenienti da ogni dove, nati in territori dove la cucina è variegata e gli abbinamenti tra gli alimenti e gli accostamenti sono molto diferenti dai nostri.

I piccoli saranno entusiasti dei colori, degli odori, e di sperimentare piatti nuovi. Sarà l'occasione per parlare con loro delle caratteristiche e della cultura dai cui provengono. Diversificare è molto importante nell'alimentazione dei piccolo dal momento in cui hanno il gusto pienamente sviiluppato e possono apprezzare le peculiarità di ogni pietanza. Possiamo provare a preparare piccole quantità in casa, magari partendo dai frutti esotici e se il bimbo è entusiasta presentargli lo stesso sapore la settimana successiva.

In un secondo momento possiamo insaporire i cibi con spezie (lasciando da parte quelle piccanti), salse, e poi passare ai piatti veri e propri scegliendo tra sfizi della cucina asiatica, africana, americana e latinoamericana alternandoli con piatti tipici della cucina di altri paesi europei diversi ma più vicini ai piatti tradizionali, e con piatti italiani.

Se i figli sono entusiasti delle novità, e in casa ci sono più bambini proviamo ad organizzare un pasto etnico a settimana da condividere in famiglia. Diventerà una buona abitudine. Non resta che sperimentare!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione