INTORNO AI FORNELLI

Cibi da non conservare in frigorifero

Conservare correttamente il cibo permette di farlo durare più a lungo e soprattutto di migliorare la capacità del tuo frigorifero. Ecco alcuni cibi che puoi tenere fuori, possibilmente al fresco e lontano da luce diretta.
LEGGI IN 2'

Non tutta la spesa va messa nel frigorifero. Per darti un consiglio pratico: tutto ciò che deve essere versato (dall’olio al vino) o sparsi (dalla farina allo zucchero) non richiede refrigerazione; Stessa cosa vale per molti frutti, verdure o grassi come il burro. Ma alcuni alimenti sono più difficili da classificare. Cibi da non conservare in frigorifero?

  • Ketchup. L'acidità (ovvero il pH) è uno dei sei fattori che contribuiscono alla crescita dei batteri negli alimenti. La maggior parte dei batteri nocivi richiede un ambiente neutro o leggermente acido, con un livello di pH di 4,5 o superiore. A causa dei suoi ingredienti acidi (pomodori e aceto), il ketchup ha un pH tra 3,5 e 3,9.
  • Marmellate e Gelatine. Le gelatine e le marmellate non hanno bisogno di andare in frigorifero perché il loro pH è di solito intorno a 3.
  • Burro e olio. È per lo più grasso e contiene pochissime proteine, non abbastanza per sostenere la crescita dei batteri. Il burro salato ha una durata di conservazione ancora più lunga. Ma a meno che tu non stia seguendo una ricetta per impasti per torte, biscotti o focaccine che richiedono burro freddo, non è necessario refrigerarlo. Gli oli diventano rancidi quando sono esposti all'ossigeno, alla luce e al calore.
  • Patate. Il freddo del frigorifero fa sì che gli amidi si trasformino in zuccheri, influenzando non solo il sapore ma anche la consistenza. Devi tenerle in luogo fresco e possibilmente non alla luce diretta.
  • Miele. Quando è al freddo si indurisce e perde le sue caratteristiche organolettiche.
  • Pane e prodotti da forno. Non sono soggetti a deterioramento batterico ma diventano stantii. Li puoi congelare per farli durare di più.
  • Pomodori. Il raffreddamento fa due cose per i pomodori: arresta il processo enzimatico che produce i composti chimici che conferiscono al pomodoro il suo sapore e danneggia le pareti cellulari del pomodoro, dandogli una consistenza granulosa e farinosa.
  • Cioccolato. La barretta di cioccolato non dovrebbe diventare troppo calda, ma non deve andare in frigorifero perché provoca la formazione di condensa sulla superficie del cioccolato, che a sua volta farà fiorire lo zucchero, producendo macchie bianche sulla superficie.
  • Cipolle e aglio. Le cipolle si mantengono al meglio in un luogo fresco, buio e con molta ventilazione. Il freddo danneggia la struttura cellulare (come i pomodori) e l'umidità del frigorifero può favorire la crescita di muffe. L'aglio è un membro della stessa famiglia delle cipolle e risponde al freddo più o meno allo stesso modo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione