HAIR STYLE

Come asciugare i capelli crespi e gonfi: le regole di una buona piega

LEGGI IN 2'

Chi ha i capelli mossi o ricci, conosce il problema del crespo meglio di chiunque altro, sebbene anche le chiome lisce non siano del tutto ignoranti in materia. Il fusto tende a diventare ad effetto paglia, la capigliatura risulta indomabile e anche i classici rituali di lavaggio e messa in piega si trasformano in una bella tortura.

In tutto questo l’uso della piastra lisciante, che aiuta ad eliminare l’umidità e a dare una parvenza di ordine, non fa che seccare la fibra del capello, peggiorando alla lunga il problema. Ma quindi cosa bisogna fare in caso di chioma frizzy, facile a rovinarsi e invece difficile da domare per una piega ordinata e a posto?

Iniziamo col dire che per ridurre l’effetto crespo dobbiamo eseguire una beauty routine apposita per questo problema, capendo come lavare e asciugare i capelli crespi e gonfi in maniera ottimale. Acquistiamo uno shampoo nutriente e idratante e ricordiamoci sempre di stendere il balsamo prima dell’ultimo risciacquo.

Il balsamo è infatti quello che serve per chiudere le cuticole del fusto, limitando proprio l’effetto paglia e lisciando la fibra. Dopo aver tamponato i capelli con un panno di cotone o lino (evitiamo le fibre sintetiche che invece caricano elettrostaticamente la capigliatura) passiamo alla fase dell’asciugatura vera e propria.

Usiamo un phon agli ioni e una spazzola tonda in ceramica per ridurre ancora di più il crespo e asciughiamo la chioma, mettendola in piega in modo naturale, senza uso di ferro e alte temperature. Se vogliamo mantenere il mosso, usiamo un diffusore e stendiamo sui ricci un prodotto apposito per lo styling, come una spuma. Se desideriamo una piega morbida, diamo definizione alle lunghezze con un tocco leggero di olio di cocco.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta