ERBORISTERIA

Bocca infiammata: i rimedi naturali da provare

LEGGI IN 2'

Si chiama stomatite, ma noi la conosciamo anche come bocca infiammata e si tratta di un disturbo piuttosto fastidioso che si accompagna a rossore del cavo orale, gonfiore e talvolta anche sanguinamento localizzato e afte, che rendono difficili le azioni più comuni, come mangiare. Il dolore può infatti diventare invalidante, impedendo anche la normale pulizia dei denti.

A causare questo problema è un processo infiammatorio spesso dovuto a carenze alimentari, uso massivo e ripetuto di alcuni tipi di farmaci o anche allergie. In tutti questi casi agire alla fonte del disagio è l'unica via per la guarigione, ma per accelerarla possiamo affidarci ad alcuni rimedi naturali poco invasivi e comunque funzionanti.

Il primo è lo sciacquo con acqua tiepida e sale o bicarbonato di sodio, che aiuta a ridurre l'infiammo e a provare sollievo dal fastidio, donando una piacevole sensazione di freschezza. In presenza di piaghe e ulcere, possiamo anche aggiungere poche gocce di olio essenziale di mirra e tea tree per disinfettare più in profondità e accelerare la guarigione.

Sempre per le afte, applichiamo più volte al giorno una noce piccola di burro di cocco, che si scioglierà a contatto con la pelle calda. I suoi effetti antibatterici e antinfiammatori aiuteranno a velocizzare il recupero. In caso di stomatite da herpes, aggiungiamo olio essenziale di geranio, lavanda o bergamotto per una maggiore efficacia.

Anche l'aloe vera in gel è ottima per rinfrescare la bocca infiammata. Usiamo il succo di una foglia appena tagliata e lasciamo agire in bocca per qualche minuto prima di sputare. Possiamo anche applicare il gel sulle zone piagate senza sciacquare via, favorendo un più veloce recupero.

Ottima anche la radice di liquirizia, che può essere usata sia in polvere sia sotto forma di tisane per risciacquo. In quest'ultimo caso dovremo lasciare in infusione la radice spezzettata per tutta la notte in un pentolino con acqua appena bollita, tenendo il coperchio. La mattina filtriamo il liquido e usiamolo per sciacquare la bocca appena alzati.

Se si usa la radice di liquirizia in polvere, mescoliamola con poca acqua distillata fino a formare una pasta densa e usiamo un cotton fioc per applicarla nelle zone infiammate della bocca o sulle eventuali afte. Lasciamo agire per almeno un paio d'ore prima di lavare via.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta