2019/09/21 14:09:5844677
2019/09/21 14:09:588036

CURE E TRATTAMENTI

Caduta libera!

LEGGI IN 3'

Il ciclo dei capelli

Sul finire dell’autunno e, in generale, durante l’inverno, il progressivo aumento del freddo e l’adattamento del nostro corpo alle nuove condizioni climatiche provoca per i nostri capelli una consistente caduta, del tutto normale e fisiologica, ma che può protrarsi inutilmente nel tempo se non si adotta un comportamento ‘curativo’ e preventivo.

Ecco le spiegazioni, le cure e i comportamenti da adottare per evitare, ogni inverno, la caduta massiccia di capelli, un avvenimento piuttosto snervante e fastidioso, che non contribuisce di certo al nostro benessere quotidiano, ma che invece ci lascia impotenti davanti alla spazzola colma di capelli a fine asciugatura.

Non solo stress...

Tra i fattori maggiormente incidenti sulla caduta stagionale dei capelli c’è sicuramente lo stress, ma non solo. I trattamenti di ultima generazione, infatti, non si limitano a rafforzarli, ma hanno la pretesa di difendere il fusto del capello da tutti i nemici esterni, forse i meno evidenti.

Oltre allo stress, infatti, l’inquinamento ambientale, lo smog e un ritmo di vita frenetico sono tra le principali cause del temporaneo indebolimento della radice. Non solo, anche l’alimentazione gioca un ruolo preponderante e non è sufficiente solo bere molta acqua e consumare frutta e verdura in abbondanza, ma anche e soprattutto rinunciare ad un’alimentazione ricca di conservanti, decisamente dannosi per la fibra capillare.

La dieta

La dieta, nello specifico, dovrà caratterizzarsi di una cucina sana e bilanciata, ad alto contenuto proteico e ricca principalmente di acidi grassi omega-3, come il pesce, la soia o le noci, ma anche di ferro (lievito di birra, broccoli e carne).

La dieta andrà integrata con tutti i prodotti a base di vitamina B12, la biotina e l’acido pantotenico, tutte sostanze che si trovano negli alimenti di origine animale, in particolare negli organi animali e nei molluschi.

I trattamenti specifici

Non si tratta solo di un problema prettamente maschile, ma anche le donne sono sempre più ossessionate da questo problema che si presenta ciclico e per il quale è necessario adottare una terapia preventiva stagionale. Il trattamento base consta dell’applicazione di integratori e lozioni per due o tre mesi circa, da ripetere successivamente ogni cambio di stagione (o di temperatura).

Anche lo stato d’animo con cui si affronta la questione ‘caduta’ è assolutamente rilevante nella sua risoluzione. Più ci si lascia prendere dall’angoscia e dalla disperazione, più la tendenza durerà nel tempo, senza tregua.

Le precauzioni

Le regole essenziali per riuscire a difendersi da questa tendenza a livello quotidiano iniziano, anzitutto, da un corretto utilizzo dello shampoo e da un lavaggio totalmente delicato sulla cute. Utilizza sempre piccole dosi di prodotto, meglio se diluito, e lava e risciacqua usando solo acqua tiepida. Il motivo di questa raccomandazione specifica è che gli sbalzi di temperatura troppo forti fanno male e ‘stressano’ il capello.

Allo stesso modo, la temperatura del phon deve essere ugualmente tiepida applicando sempre, prima della phonatura, uno specifico prodotto anti-caldo, allo scopo di proteggerne il fusto. Ricorda di utilizzare sempre, quando possibile, il balsamo, che svolge un’azione protettiva mentre naturalmente cerchi di proteggere i tuoi capelli il più possibile per mezzo di cappelli e berretti.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Cinzia

Interessante. Non sapevo che tutti questi fattori procurassero la caduta dei capelli. Questa informazione mi è utilissima.

4 anni fa

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione