PSICOLOGIA

Ripartire con il piede giusto

LEGGI IN 3'

Hai lasciato le vacanze alle spalle ed ora vedi tutti gli impegni venirti incontro numerosi e in te crescono ansia e preoccupazione.

Per vivere meglio la routine quotidiana è necessario imparare a gestire le incombenze senza farsi prendere dalla frenesia o dallo stress ma delegando il più possibile e distribuendo le attività ai familiari in modo uniforme per alleggerire il proprio carico di lavoro. Cambiare l'approccio verso i doveri abituali non è una cosa facile ma è sempre possibile trovare una nuova strada che aiuti a sentirsi più serene e forti.

RICONOSCI I TUOI LIMITI

E' il primo e il più importante passo, quello che serve per mettere dei paletti ai vari doveri e alle incombenze giornaliere. Sapere fino a dove ci si può spingere ci aiuta a non sopravvalutare le forze ed a mettere un freno alle attività prima che il fisico cominci a mandare un inevitabile 'SOS'. E' giusto muoversi per priorità a patto che ci si ricordi che nelle necessità impellenti c'è anche una pausa per un'attività rilassante o di svago: un bagno caldo, una breve passeggiata, un riposino, una telefonata con l'amica.

LASCIA FUORI DALLA PORTA I SENSI DI COLPA

Non sei riuscita a fare la torta in casa per il compleanno di tuo figlio? Hai detto di no ad una notte d'amore con il tuo partner? Non hai voglia di accompagnare la tua amica al cinema? Ieri sera hai imbastito una cena veramente orribile? Succede. Non farti prendere dal senso di colpa ma pensa che domani potrai fare meglio. Il senso di colpa è un sentimento negativo che porta come una spirale verso altri atteggiamenti di sfiducia e di pessimismo. Non pensare che le persone ti giudichino solo perché non sei efficiente anzi mostrarsi umana, quindi con facoltà di sbagliare, ti renderà più simpatica e alla mano.

NON TENERE TUTTO SOTTO IL TUO CONTROLLO

Il desiderio d'avere tutto sott'occhio, d'amministrare tutto e tutti è immancabile in molte donne abituate a saltare da un'attività all'altra con estrema facilità. Ci sono però alcuni periodi della vita nei quali i repentini cambiamenti di ruolo e d'impegno rendono difficile la propria esistenza. Se avverti stanchezza e nervosismo è giunto il momento di delegare alle persone vicine oppure a terzi la pulizia, l'organizzazione, la cura dei figli o altro. In questo modo riuscirai ad accumulare più energie per dedicarti all'impegno che ritieni più importante.

CHIEDI AIUTO AGLI AMICI

Lo dice anche uno dei proverbi più famosi 'Chi trova un amico trova un tesoro'.  Gli amici possono essere di aiuto proprio quando non hai più risorse, sanno consigliarti e darti conforto nei momenti bui senza chiedere nulla in cambio. Gli amici alleggeriscono il carico della vita e ne facilitano il suo percorrere. In mancanza di amici anche il supporto tra 'mamme' di quartiere o di scuola può essere utile per alleggerire incarichi gravosi ma non determinanti come l'accompagnare il ragazzo alle varie attività ricreative pomeridiane, alle feste di compleanno o al catechismo.

NO ALLE LAMENTELE SI ALLE REGOLE

Entri in casa e il tuo occhio corre veloce tra briciole di pane che dal tavolo finiscono per terra, scarpe abbandonate dappertutto insieme a borse e giubbotti. Il primo impulso sarebbe quello di esplodere con una lamentela continua che diventa una sorta di 'sottofondo' che rimane spesso inascoltato. Un'altra reazione tipica delle donne davanti al disordine è quello di rimboccarsi le maniche e sistemare tutto da sole. L'atteggiamento giusto è un altro.

Dopo aver fatto una breve riunione di famiglia, durante la quale si determinano e si chiariscono ruoli ed impegni, è sufficiente ricordare quanto deciso ed esigere che tale impegno venga portato a termine mostrandosi fermi e risoluti. Spronate tutti i membri della famiglia affinché le regole e gli incarichi affidati vengano rispettati e battetevi su questi punti prestabiliti, la sola lamentela ha come unico effetto l'allontanamento delle persone che vi circondano.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione