2019/01/21 09:44:0824820

PSICOLOGIA

Come evitare gli errori più comuni al colloquio di lavoro

LEGGI IN 2'

Il mondo del lavoro

In questo particolare momento di crisi economica è necessario che un’eventuale richiesta di lavoro faccia subito colpo sul datore o sul responsabile della direzione di risorse umane. Il ‘curriculum vitae’ deve essere compilato con cura e professionalità mentre un eventuale colloquio deve ottenere il massimo risultato.

Molti sono ancora gli errori commessi da coloro che si offrono al mercato del lavoro ed essi incidono non poco sulla possibilità di ottenere un incarico. Accade molto spesso, infatti, che se il colloquio o il curriculum sono presentati in maniera superficiale questo compromette completamente le opportunità lavorative.

Un curriculum ‘su misura’

Nel caso si sia già maturata qualche esperienza lavorativa la proposta deve ovviamente essere inviata al relativo responsabile del settore anche se si è al primo impiego è meglio puntare su un singolo settore a seconda della propria preparazione scolastica o delle proprie capacità ed inclinazioni, candidarsi per tutte le mansioni presenti in azienda rivela superficialità.

E’ importante inviare il curriculum via mail senza inserire troppe frasi stereotipate ed evitando di utilizzare molti termini in lingua inglese. Il profilo deve mirare alle esperienze lavorative passate e ai progetti futuri utilizzando un linguaggio semplice e diretto.

La propria esperienza

Il colloquio deve basarsi sulla descrizione degli studi effettuati e delle tappe che hanno lasciato il segno nella carriera lavorativa ma solo di quelle in linea con il lavoro proposto. Parlare di sé non significa elencare cronologicamente ciò che si è fatto dalla nascita ma raccontare quali sono le qualità personali delle quali l’azienda potrebbe beneficiare.

Le persone curiose, quelle che fanno domande sull’azienda e sul probabile ruolo sono quelle che risultano più interessanti, bisogna dimostrare personalità e non avere timore di raccontare le proprie ambizioni, in un certo senso è necessario uscire ‘allo scoperto’ ed emergere mostrando i propri talenti.

Il colloquio ideale

Durante il colloquio individuale è necessario mostrarsi loquaci, non bisogna incentrare il dialogo solo su sé stessi ma è necessario anche ascoltare e fare domande sulla posizione offerta. Chi è al primo impiego non deve pensare di poter accedere subito alle cariche più importanti e snobbare del tutto ruoli considerati inferiori. Queste figure sono un primo passo per accedere a ruoli di maggiore rilievo all’interno della stessa azienda.

Se si partecipa ad un job meeting bisogna cercare di vincere la timidezza e cercare il contatto diretto con il relatore e magari consegnargli personalmente il proprio profilo professionale. È importante poi mostrarsi interessati all’impiego contattando periodicamente l’azienda per avere nuovi incontri ed aggiornare la propria posizione, la parola d’ordine insomma è costanza e tenacia.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione