IN FORMA

I prodotti giusti per un'abbronzatura sicura

LEGGI IN 4'

Il sole è utile al nostro corpo perché aiuta a sentirci più belle ma può anche essere pericoloso se preso senza precauzioni. Per evitare scottature, eritemi, macchie solari o un'abbronzatura non omogenea è determinante iniziare subito a proteggere la pelle fin dai primi giorni anche se il sole è schermato dalle nuvole: abbronzarsi senza fretta vuol dire non avere problemi ed ottenere un colorito dorato ed uniforme.

La prima regola, poco rispettata, è quella di applicare sulla pelle una dose giusta di crema solare che per tutto il corpo equivale a quella di una pallina da 'ping-pong'inoltre è importante rinnovare l'applicazione ogni due ore anche se il prodotto è waterproof.

IL VISO E IL DÈCOLLETÈ - se resti in città nei mesi più caldi è comunque utile proteggere la pelle dalle radiazioni soprattutto se prediligi mezzi come il motorino e la bicicletta, l'asfalto infatti amplifica i raggi del sole e ne potenzia gli effetti. Proteggi sempre la pelle del viso con una crema che contenga un fattore di protezione medio (Spf 8/15) oppure usa un fondotinta con schermo solare. Ricordati di non utilizzare in estate creme a base di acido glicolico oppure maschere esfolianti che tendono ed eliminare l'epidermide superficiale rendendo la pelle più delicata e a rischio di macchie solari. Se prevedi gite in barca usa la crema solare intorno agli occhi oppure uno stick 'sun block' sulle borse degli occhi poiché questa zona è molto delicata, poi idrata sempre dopo l'esposizione solare con una crema specifica in modo da preservare la comparsa di rughe o segni.

 Il naso, più esposto rispetto agli altri punti del viso, è sempre a rischio di spellarsi; se lo vedi lucido e rosso vuol dire che non è stato sufficientemente protetto e che sta emergendo lo strato sottostante della pelle, a questo punto proteggilo con uno stick o una crema a protezione 50. Il dècolletè è sempre esposto sia con il bikini che con il costume intero, per proteggerlo maggiormente scegli un prodotto che contenga ossido di zinco o di titanio che riflettendo la luce aiuta a schermare la pelle.

Ricordati che già a mille metri di altezza la potenza dei raggi aumenta del 10% quindi nei lunghi percorsi di montagna, oltre alla crema è bene usare un cappello a tesa larga che ripari anche le orecchie e il collo soprattutto se sei solita fare la 'coda' con i capelli. La pelle delle labbra non ha ghiandole sebacee e si secca facilmente, per evitare fastidiosi herpes strofina le labbra con una soluzione di acqua e bicarbonato poi stendi uno stick protettivo con vitamina E.

CAPELLI - sono il sudore, l'acqua salata e la salsedine, il vento e la sabbia, ma anche il cloro della piscina a rendere i capelli opachi, stopposi e fragili. Indossa un cappellino chiaro o di paglia che lascia respirare il cuoio capelluto oppure usa gli oli solari specifici per proteggono i capelli dal sole ma soprattutto dall'acqua salata. Sciacqua spesso i capelli con acqua dolce mentre sei in spiaggia e poi lavali a casa con pochissimo shampoo, meglio se diluito con acqua, facendo un ultimo risciacquo con acqua e aceto bianco o succo di limone che renderà i capelli lucenti e setosi. Se hai capelli colorati e vuoi evitare che si sbiadiscano al sole o per mantenere inalterato il loro aspetto ci sono in commercio degli spray che danno un effetto lucido perché contengono cere siliconiche,oppure proteine di grano e betacarotene. Adatto a bionde e brune c'è l' olio di Monoi,  un olio profumatissimo originario dell' isola polinesiana di Tahiti ed utilizzato ancora oggi dalle polinesiane conosciute in tutto il mondo per i loro capelli lucenti. Il prodotto può essere applicato tutti i giorni sulle punte secche oppure come una maschera di bellezza, specialmente dopo un bagno in mare, in questo caso è sufficiente tenerlo sui capelli per circa mezz'ora avvolti in una pellicola di cellophane.

LA SCHIENA E L'ADDOME -I solari waterproof non servono solo ad evitare che il prodotto se ne vada via quando si fa il bagno ma che rimanga anche se sudi molto, usalo quindi soprattutto su queste zone. Quando sei in acqua (mare o piscina)  la schiena e le spalle sono maggiormente esposte al sole, se sfortunatamente dovesse comparire un eritema (forte prurito accompagnato da puntini rossi) devi astenerti dal prendere il sole per qualche giorno, fare un bagno fresco con amido di riso da sciogliere in acqua oppure cospargerlo sul corpo al posto del talco per un'azione antinfiammatoria ed assorbente.

LE GAMBE E LE BRACCIA - sono le parti maggiormente esposte sia al mare che in montagna e devono quindi avere una protezione adeguata soprattutto se sulla pelle ci sono dei nevi. Hai molti capillari in evidenza sulle gambe? Scegli un prodotto solare con fattore di protezione 30 che contenga biossido di titanio che protegge i vasi sanguigni . Ricordati che se devi depilarti devi farlo almeno 24 ore prima si esporti al sole altrimenti rischi che la pelle si scotti più facilmente. Sul linguine ai dei punti rossi?Vuol dire che hai fatto una depilazione troppo energica e si sono formati dei peli incarniti, proteggi la zona con una protezione alta e vedrai che il mare ti aiuterà a risolvere rapidamente il problema. 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta