IN FORMA

Gambe snelle e seducenti: ecco come

LEGGI IN 3'

Gambe snelle e seducenti: ecco come

Le gambe sono la croce e delizia di ogni donna. Tutte, specialmente in estate, non vediamo l’ora di scoprirle per sfoggiare la nostra abbronzatura conquistata a fatica ma, allo stesso tempo, vorremmo apparissero più toniche e muscolose, insomma: impeccabili!

Sono molti gli sport che ci permettono di mantenere tonica la muscolatura delle gambe, specialmente se si tratta di una disciplina eseguita con una certa regolarità. Lo sport migliore è indubbiamente il nuoto, ma anche tutte le discipline eseguite in acqua, poiché l’azione di quest’ultima esercita un massaggio benefico alle gambe.

Tra gli sport da praticare all’aperto, invece, è ottimo il jogging, da sostituire, per le più pigre, con lunghe passeggiate da effettuare a ritmo abbastanza sostenuto per almeno mezz’ora al giorno. Approfitta delle belle giornate per lunghe passeggiate a piedi o in bicicletta, movimento che potrai tranquillamente simulare anche a casa tua semplicemente sdraiandoti sul letto, sollevando le gambe e imitando il movimento dei pedali.

Anche il pattinaggio è uno sport divertente che puoi praticare a lungo senza stancarti troppo, continuando invece a divertirti: i rollerblade, in particolare, ti faranno venire cosce e glutei d’acciaio.

Infine la danza, anche considerata nella sua variante del ballo, una disciplina che sollecita i muscoli delle gambe e, attraverso il movimento sostenuto specialmente con i balli latinoamericani o con le danze africane, renderà polpacci e ginocchia tonici e affusolati.

In palestra
L’iscrizione in palestra si rivela obbligatoria per quante di voi non riescano a mantenere un certa costanza con uno sport individuale. In questo caso è possibile svolgere un programma specifico volto a migliorare la muscolatura delle gambe che non risparmi gli esercizi base, ottimi non solo per cosce e polpacci, ma ideali anche per i glutei!

- gli affondi: resta in piedi con la schiena dritta e compi un affondo con una gamba facendo un passo in avanti. Mantieniti in equilibrio appoggiandoti con le mani al ginocchio e ripeti la posizione con entrambe le gambe.

- gli squats: l’allenamento perfetto per agire in modo combinato su gambe e glutei è composto dagli squats, un esercizio da svolgere a inizio e fine allenamento o da intervallare all’uso più sistematico degli attrezzi da fare con o senza pesetti, per allenare anche la parte superiore del corpo.

- gli elastici: ovvero un’ottima alternativa ai pesetti, ti permettono di svolgere una miriade di esercizi allenando tutte le parti del corpo variando la durezza degli stessi indicata da un colore specifico che ne definisce la difficoltà degli esercizi. Per l’allenamento specifico dell’interno coscia puoi sdraiarti a pancia in su e portare le gambe in alto tenendo l’estremità di un elastico sulle punte dei piedi e l’altra estremità con le mani, portando indietro la testa. Tendi l’elastico e inizia sollevando piano la schiena, sollevando allo stesso tempo le gambe rimanendo in tensione e contraendo glutei, gambe e addominali.

- il single led: ovvero una posizione da svolgere in posizione eretta con i piedi alla larghezza delle spalle, tenendo i manubri stretti lungo i fianchi. Stringendo gli addominali prova a flettere la gamba sinistra sbilanciando il busto in avanti, stringendo i glutei e tenendo dietro la gamba destra. Porta i pesi in avanti verso il piede sinistro mantenendo la schiena dritta, parallela al pavimento e con gli addominali tenuti. Rialzati lentamente senza sbilanciarti troppo e ricomincia ripetendo l’esercizio con l’altra gamba.

Polpacci più sodi
Non solo le cosce, anche i polpacci sono infatti una parte della gamba su cui lavorare tanto per scoprire finalmente una muscolatura definita, enfatizzata soprattutto dall’utilizzo di zeppe alte o scarpe con il tacco. Prova questo esercizio: appoggia le mani allo schienale di una sedia per mantenere più facilmente l'equilibrio. Alza un piede e appoggialo dietro alla caviglia dell'altro. Sollevati e riabbassati molto lentamente sulla punta del piede rimasto in appoggio. Esegui due serie per 12 ripetizioni per gamba.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione