IN FORMA

Dieta: 9 cose da non fare

LEGGI IN 3'

La iniziamo sempre di lunedì per concederci un ultimo dolcetto o un piatto di ravioli la domenica senza troppi rimpianti. Quando iniziamo una dieta, seppur molto motivate, dobbiamo stare attente a qualche errore di valutazione o convinzione sbagliata. Quali sono questi errori?

  • Saltare un pasto

Ma certo: mangio meno, salto un pasto e sicuramente dimagrisco! Non c’è idea più sbagliata. Ogni volta che mangiamo attiviamo il nostro metabolismo che si mette in moto per digerire. Meglio mangiare poco e spesso (ogni 4/5 ore contemplando spuntini leggeri e merende), che tanto, ma in poche occasioni. 

  • Porsi obiettivi irraggiungibili

La costanza sarà la tua migliore amica durante una dieta, perché non è possibile aspettarsi risultati strepitosi il giorno dopo. La linea perfetta arriva con pazienza, dando al corpo il tempo di abituarsi al nuovo regime alimentare. No alle diete drastiche: i cambiamenti graduali sono quelli che danno risultati più duraturi nel tempo. 

  • Non fare attività fisica

Non pensare che la dieta faccia miracoli se non abbinata all’attività fisica. Un regime alimentare controllato insieme al giusto sport (scegli quello che ti piace di più e che riesci a praticare con costanza) sarà la strategia perfetta!

  • Mangiare poco a colazione

Corri fuori di casa al mattino con un caffè veloce, le scarpe messe al volo e i bambini per mano per accompagnarli a scuola? Non è il modo migliore per partire: la colazione è un pasto necessario che ci fornisce le energie necessarie per affrontare bene la giornata. Niente paura, se vai di fretta e mangi un cornetto al bar, le calorie della colazione le smaltirai durante il giorno! 

  • Togliere gli alimenti preferiti

Dieta non vuol dire privazione: il nostro corpo ha bisogno di tutti gli alimenti e soprattutto i nostri alimenti preferiti servono come premio dopo una settimana di ligia osservanza delle regole. Un quadratino di cioccolata, una pizza o un bel gelato -se mangiati con criterio- possono darci quella gratificazione che ci serve per andare avanti meglio.  

  • Cambiare troppe abitudini tutte insieme. 

La parola dieta di per sé terrorizza, figuriamoci se nei primi giorni ti metti a cambiare tutte le routine alimentari: dopo la prima settimana sarai stressatissima. Lavora su una cosa alla volta: la prima settimana riduci le dosi degli alimenti, la seconda bevi più acqua, la terza intensifica l’attività fisica. Senti il tuo corpo, lui saprà darti preziose indicazioni!

  • Puntare alla perfezione.

Il tutto o niente non è un concetto amico quando segui una dieta. Un piccolo sgarro dalle regole potrebbe farti sentirti più fragile, frustrata e autorizzata ad andare in crisi buttando all’aria i sacrifici fatti fino a quel momento. Una cena con amici, una vacanza, un peccato di gola possono starci: goditi il momento senza troppi rimpianti. Non hai fallito, hai solo fatto un pit-stop!

  • La bilancia è un incubo. 

Salire e scendere dalla bilancia come una forsennata non è l’atteggiamento giusto. Pesarsi una volta a settimana va bene, ma farlo tutti i giorni non è salutare, perché il nostro peso può fluttuare momentaneamente per tanti motivi: momento del giorno, ritenzione idrica, periodo del mese (gli ormoni fanno la loro parte). Pesati sempre una volta a settimana, lo stesso giorno alla stessa ora, senza indumenti o con gli stessi vestiti addosso.

  • Ritornare alle vecchie abitudini al termine della dieta.

Evita di riprendere le abitudini alimentari che hai abbandonato durante la dieta. Se non averle più ti ha fatto dimagrire continua così! Conserva i risultati della dieta con un’alimentazione meno rigida di quella che seguivi durante la dieta, si chiama dieta di mantenimento, che ti farà restare in forma, serena e in pace con te stessa.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione