IN FORMA

Agopuntura, l'energia che viene dall'Oriente

LEGGI IN 2'

Questa antichissima tecnica terapeutica è nata in Cina nel III millennio a.C. e si basa sull'utilizzo di aghi di metallo da inserire in particolari punti del corpo. Per la medicina tradizionale cinese la salute di un individuo è determinata dal modo in cui l'energia scorre lungo dei canali denominati 'meridiani' e la malattia rivela uno squilibrio dell'organismo.

Gli aghi utilizzati dall'agopuntura, che devono essere sempre sterili e provenire da singole confezioni sigillate, sono di varia lunghezza e dimensione e l'impugnatura è dello stesso materiale di cui è costituito l'ago. Durante una seduta possono essere utilizzati in media da 1 a 10 aghi che vengono fatti penetrare per pochi millimetri sotto la cute, in quel preciso momento il paziente avverte una sensazione di calore o di formicolio ma mai di dolore.

L'agopuntura riesce a dare sollievo a coloro che soffrono di diverse patologie diventando un rimedio esclusivo, ma può venire associata anche alle cure effettuate con la medicina tradizionale e velocizzare i tempi di recupero di malattie molto serie come l'ictus.

Ecco alcune delle malattie o dei malesseri nei quali interviene positivamente:

  • cefalea, emicrania
  • dolori lombari
  • sindrome del tunnel carpale
  • osteoartrite
  • fibromialgia
  • depressione, insonnia e stati ansiosi
  • colite o stipsi
  • asma
  • ipertensione
  • vizio del fumo
  • molteplici problematiche ginecologiche come dismenorrea, ovaio policistico, amenorrea, dolore da parto, stimolo alla produzione di latte nelle puerpere, disturbi della menopausa, fertilità.

La durata delle sedute è di circa 30 minuti e un ciclo completo prevede 8-10 applicazioni. Gli aghi vengono applicati in zone differenti in base alla patologia da curare. Nella maggior parte dei casi il paziente avverte un miglioramento del malessere dopo le prime tre applicazioni.

Prima di decidere di sottoporsi a delle sedute di agopuntura è indispensabile verificare la professionalità dell'operatore, in quanto devono essere rispettate importanti norme igieniche e competenze. La F.I.S.A. coordina la maggioranza delle Associazioni, delle Scuole e dei Medici Agopuntori italiani, all'interno del sito è possibile trovare i nomi degli agopuntori suddivisi per regione di appartenenza.

Durante la prima seduta il medico deve informarsi sul generale stato di salute del paziente, sullo stile di vita condotto e sull'eventuale uso di farmaci per avere un quadro completo nel quale operare. Alcune persone dopo una seduta di agopuntura si sentono rilassate oppure cariche di energia mentre uno uso dell'ago inadatto o un brusco movimento del paziente possono irritare la zona di applicazione e far avvertire dolore durante il trattamento, in questo caso avvertite immediatamente il medico e se questa sensazione dovesse ripetersi nel tempo valutate la possibilità di cambiare il medico.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta