IN FORMA

A.A.A...bbronzatissima!

LEGGI IN 2'

Il sole è un ottimo amico: fa bene all'umore, aiuta a guarire i piccoli acciacchi di natura reumatica, muscolare e fa bene anche alla pelle, asciugandone alcune fastidiose impurità. Ma prendere il sole può essere anche rischioso, se non si adottano alcuni prudenti provvedimenti. Può causare infatti danni di varia entità, dall'eritema - se la scottatura è superficiale - ad alcuni tumori della pelle - se i raggi arrivano fino allo strato più profondo del derma.

E' inutile raccomandare di non esporsi nelle ore più calde - 12.00-15.00 - o di usare creme a fattore protettivo inizialmente alto, queste sono cose che sanno anche i sassi! Ricordarle comunque non fa male.

Ci sono dei sistemi per proteggere il corpo dall'interno e prepararlo ad una tintarella solo "buona". Come? Con il cibo e le bevande, per esempio. Alcune sostanze alimentari, infatti, forniscono delle ottime difese anti-scottatura perché sono antiossidanti.

Tra queste si può citare la vitamina A, che accelera il processo di abbronzatura e aiuta la pelle a rimanere elastica, la vitamina C che è un antiossidante per eccellenza, e la E, che elimina i radicali liberi. Pesce ed olio di oliva mantengono l'epidermide morbido e vellutato.

Ci sono poi da sfatare alcuni miti: per esempio, non è vero che bere latte allevia rossori e irritazioni, perché sia efficace il latte va APPLICATO sulla parte interessata con degli impacchi. Un altro errore che spesso si commette è quello di eliminare il vino, sbagliato: un bicchiere di vino rosso a pasto fa bene perché è un ottimo antiossidante e rallenta l'invecchiamento cellulare.

A questo punto non vi resta che bere molta acqua, organizzare una buona dieta di frutta e verdura e sarete pronte a partire per i vostri luoghi di "tinteggiatura" preferiti. Buona tintarella a tutte!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione