ERBORISTERIA

Rosa canina, virtù antica

LEGGI IN 2'

La rosa canina, conosciuta anche come Rosa Selvatica, cresce spontanea tra le siepi conservando tutte le sue antiche virtù. Secondo la leggenda, queste qualità sono le stesse che la regina dei fiori, la rosa, simbolo di amore, avrebbe perso in cambio della sua incredibile bellezza.  

Le caratteristiche

Tra le piante, la rosa canina è facilmente distinguibile: un rovo che forma le siepi ornata da semplici roselline bianche e rosa, leggermente profumate, e da bacche di colore rosso vivo ripiene di polpa e semi pelosi. La rosa canina vanta numerosissime proprietà, proprio in virtù del fatto che ogni sua parte può essere impiegata con rimedi naturali.

L’acqua di rose

Ecco come dai petali, ad esempio, si può ricavare la famosa ‘Acqua di rose’, che oltre alla sua azione balsamica utile per le vie respiratorie, trova largo utilizzo anche nella preparazione di lozioni e cosmetici.

Ma non solo, in commercio è un prodotto largamente presente proprio per i benefici di tonicità che regala al corpo: profuma la pelle del viso e del corpo, attenua e sgonfia occhiaie e borse dovute alla stanchezza. È sufficiente bagnare due dischetti di cotone con l’acqua di rose e appoggiarli sugli occhi per circa quindici minuti per ottenere gli effetti desiderati.

Questo incredibile alleato della bellezza femminile può essere facilmente preparato in casa: è sufficiente, infatti, lasciare i petali di rosa a macerare nell’acqua distillata calda, filtrare e conservare l’infuso in un luogo asciutto.

Altri usi cosmetici

La rosa canina contiene anche beta – cherotene, famoso per le sue capacità antiossidanti. Per questi scopi è possibile preparare una maschera di bellezza che previene le rughe e l’invecchiamento della pelle. È sufficiente utilizzare i frutti della rosa canina, avendo cura di svuotare, pulire e lavare prima di procedere con il composto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione