ERBORISTERIA

La salvia: a tutta freschezza

LEGGI IN 2'

Il suo segreto sta già nel nome: salvia deriva da salvus, che in latino significa “sano”. Le proprietà di questa pianta sono veramente innumerevoli, sia in campo medico che in campo cosmetico. Dalle piccole e resistenti foglie a forma di lancia si ricava il principio attivo di questa pianta, che appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, come anche il timo e la menta. Utile in medicina come antinfiammatorio e antisettico, ha anche proprietà balsamiche e positivi effetti espettoranti per le malattie dei bronchi. Ma passiamo ora in rassegna alcune delle sue proprietà più note e più facilmente riscontrabili nella vita quotidiana.

Effetto astringente

Tra le caratteristiche della salvia c’è quella di diminuire le secrezioni e questo la rende particolarmente adatta per trattare le cuti grasse e le pelli miste. L’effetto sarà quello di riequilibrare la produzione di sebo, con un trattamento non troppo aggressivo. Per quanto riguarda i capelli dopo lo shampoo potete effettuare l’ultimo risciacquo con un decotto di salvia preparato così: sciogliete 3 cucchiai di salvia essiccata in un litro d’acqua, dopo qualche ora filtrate e aggiungete un bicchiere di aceto di mele. Questa soluzione sebo-regolatrice è ideale per chi ha capelli scuri.

Purificazione della pelle

Anche le pelli grasse possono trarre beneficio per la stessa azione rinfrescante attraverso un impacco preparato frullando due pugnetti di foglie fresche di salvia con altrettanti di foglie secche, mescolati con dell’acqua. Se volete rendere l’impacco più consistente aggiungete dell’argilla. Lasciate in posa circa 15-20 minuti e quindi risciacquate abbondantemente con acqua tiepida.

Denti più bianchi

La salvia è spesso uno degli ingredienti principali dei dentifrici, perché assicura freschezza e ha un potere sbiancante. Un “classico” e semplice utilizzo delle foglie di salvia è strofinarle sui denti, dopo averli lavati, per ravvivare il colore dello smalto e rendere più piacevole l’alito.

Un aiuto per la digestione

Il potere rinfrescante e di riequilibrio delle secrezioni si combinano alla perfezione quando è necessario stimolare i succhi gastrici e quindi coadiuvare la digestione. Dopo un pasto sostanzioso quindi può essere utile bere un infuso che contenga anche salvia.

Alleata in menopausa

Infine questa pianta può dare sollievo contro uno dei sintomi più diffusi della menopausa, ovvero le vampate di calore, comunemente conosciute anche come “caldane”, e l’eccessiva sudorazione. Considerata anche una sorta di “estrogeno naturale” è appunto consigliabile in questa delicata fase della vita femminile dal momento che riduce la sudorazione: sarà sufficiente assumere una tazza di infuso di salvia una volta al giorno per avere qualche beneficio.

IN SINTESI

NOME: Salvia officinalis
FAMIGLIA: Laminaceae
EFFETTI: astringente, purificante, sbiancante, digerente

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione