ERBORISTERIA

Ippocastano, l'albero portafortuna

LEGGI IN 2'

L'ippocastano è un grande albero che può raggiungere i 30 m di altezza, con tronco ramoso a sviluppo piuttosto orizzontale. La chioma è fitta e le fogli grandi e opposte, i fiori sono riuniti in vistose infiorescenze con il frutto a capsula. 

I semi e le castagne d'India, sono ricchissimi di amido ma non sono commestibili, se non dopo averne eliminato il sapore amaro causato dalle saponine presenti nel frutto. In medicina si utilizzano la corteccia e i semi che contengono olio, tannino, glucosidi e saponine.

CONSIGLI

Infusi
Il decotto si prepara con la corteccia, facendone bollire 50gr per pochi minuti o anche con i semi in 1 litro di acqua. Si adoperano come antiemorroidale, antiflebico e anticongestionale. La tintura può essere fatta con 100 gr di castagne d'india in 1 litro d'alcool per 6-7 giorni e conservato in bottiglie ben chiuse.

Altri usi
Con la corteccia seccata si ottiene un ottimo vino che ha un effetto tonico e febbrifugo. La corteccia va triturata in 1 litro di vino e lasciata per 5-6 giorni. In seguito va filtrata e lasciata a riposo per qualche tempo. Ha un'ottima funzione digestiva e depurativa del sangue.

IN SINTESI

NOME: Aesculus Hippocastanum
FAMIGLIA: Ippocastanacee
EFFETTI: tonico, antiemorroidale, antiflebitico, anticongestionale, antinfiammatorio



ConsigliInfusi

Il decotto si prepara con la corteccia, facendone bollire 50gr per pochi minuti o anche con i semi in 1 litro di acqua. Si adoperano come antiemorroidale, antiflebico e anticongestionale. La tintura può essere fatta con 100 gr di castagne d'india in 1 litro d'alcool per 6-7 giorni e conservato in bottiglie ben chiuse.

Altri usi

Con la corteccia seccata si ottiene un ottimo vino che ha un effetto tonico e febbrifugo. La corteccia va triturata in 1 litro di vino e lasciata per 5-6 giorni. In seguito va filtrata e lasciata a riposo per qualche tempo. Ha un'ottima funzione digestiva e depurativa del sangue.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione