ERBORISTERIA

Carciofo, virtù antiche

LEGGI IN 1'

È una pianta erbacea perenne, largamente coltivata per la produzione dei capolini eduli che vengono raccolti prima della comparsa dei fiori. Cresce bene nelle zone a clima mite ed asciutto, in terreni ricchi di sostanze organiche nei quali non si formano ristagni di acqua.

Oltre alle squame, in medicina si utilizzano molto anche le foglie e le radici, che contengono principi attivi quali la cinarina, l'inulina e vari enzimi che conferiscono al carciofo le sue proprietà.

CONSIGLI

- Infusi

La tisana con foglie fresche o secche, di quantità variabile a preferenza di chi la assume, è ottima per eliminare il colesterolo dal sangue, compresi tutti i sicuri benefici per tutto il sistema cardiocircolatorio.


- Altri usi

Dalle foglie e dalle brattee, così come dai fusti, si estrae per pressione un succo che può essere utilizzato, sia mescolato con vino sia nella preparazione di liquori, aperitivi, digestivi e diuretici.

IN SINTESI

NOME: Cynara Cardunculus

FAMIGLIA: Composite Tuboliflore

EFFETTI: coleretico, diuretico, antireumatico, antigottoso, digestivo, antitossico del fegato.

Consigli- Infusi

La tisana con foglie fresche o secche, di quantità variabile a preferenza di chi la assume, è ottima per eliminare il colesterolo dal sangue, compresi tutti i sicuri benefici per tutto il sistema cardiocircolatorio.

- Altri usi

Dalle foglie e dalle brattee, così come dai fusti, si estrae per pressione un succo che può essere utilizzato, sia mescolato con vino sia nella preparazione di liquori, aperitivi, digestivi e diuretici.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione