STILI E TENDENZE

I dettagli per scegliere un jeans di qualità

LEGGI IN 2'

Tanti modelli e possibilità

Il jeans è in assoluto il capo d’abbigliamento più diffuso, indossato sia da uomini che da donne appartenenti ad ogni ceto sociale, è stato rivisitato dai più illustri stilisti di moda e venduto da ogni tipo di brand, è insomma il più democratico dei pantaloni.

Proprio perché il jeans viene prodotto in molteplici varianti e con caratteristiche qualitative molto differenti è venduto a prezzi molto diversi tra loro. Per controllare la qualità del pantalone è importante imparare a controllarne i dettagli soprattutto quando il capo è venduto ad un prezzo alto.

La qualità del denim

Per determinare personalmente la qualità del denim, cioè del tessuto, c’è un sistema molto semplice che consiste nel girare alla rovescia il jeans osservarne le cuciture e verificare la finezza dei rivetti metallici che fissano le tasche.

Se all’interno del pantalone è presente una cimosa di qualità, ovvero i due lembi che chiudono la gamba, significa che il jeans è stato realizzato su vecchi telai ed è stato tagliato con un singolo pezzo di denim, in questo caso deve esserci un’impuntura, cioè una cucitura lungo i bordi, realizzata con un filo rosso. Questo particolare indica che il capo ha una fattura nobile poiché realizzato con antiche metodologie ed avrà una maggiore resistenza nel tempo.

La vestibilità

Una volta valutate le principali caratteristiche del pantalone possiamo dedicare la nostra attenzione alla vestibilità. Per essere certi che un jeans riesca ad esaltare al meglio la propria corporatura si deve controllare che valorizzi le gambe ma soprattutto la parte posteriore.

La posizione delle tasche e la loro dimensione sono un dettaglio importante che aiuta a rendere il jeans maggiormente compatibile con le caratteristiche del proprio fisico.

La posizione delle tasche

È molto importante dunque saper scegliere il modello del jeans a seconda del proprio fisico. In questo caso l’analisi è incentrata sulla posizione delle tasche. Coloro che, ad esempio, hanno un lato B piuttosto pronunciato devono prediligere jeans con tasche voluminose. Le tasche alte, invece,si sposano bene con una corporatura con un baricentro alto.

Le donne che hanno glutei piccoli devono scegliere modelli senza tasche o con tasche piatte mentre i jeans con tasche basse si armonizzano bene su un fisico con il busto corto. Infine, per camuffare gambe troppo corte basta vestire un modello con tasche lunghe o evidenti.

La moda nel 2012

Le donne che amano seguire la moda devono sapere che l’autunno/inverno 2012 vedrà tornare in auge il jeans flare cioè a campana o zampa di elefante, un capo che ha segnato la moda degli anni ’70 e che indica un ritorno alle linee morbide e fluide, questa forma è consigliata soprattutto ai fisici snelli e piuttosto alti.

A questo ‘must’ della stagione invernale si riconferma ancora la presenza della versione opposta quella del jeans skinny aderente e fasciante che esalta la corporatura esile di una donna di statura medio – alta.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione