IDEE MAKEUP

Come truccarsi bene a 50 anni: consigli pratici e utili

LEGGI IN 2'

Quando si arriva alla soglia degli “anta” assolutamente non si deve rinunciare a quelli che sono i vezzi femminili, come il truccarsi ad esempio.
La pelle non sarà liscia e giovane come quando avevi 20 anni, ma con piccoli accorgimenti riuscirai ad essere al top anche a 50 anni con un trucco fresco e luminoso che non appesantirà i tuoi lineamenti.

La fase pre-trucco è importante. Per far risultare la pelle del viso più luminosa e meno “segnata”, idratala sempre, mattina e sera, senza dimenticare il collo, con una crema adatta alle tue esigenze. Uno scrub fai da te con zucchero e miele ti aiuterà ad eliminare le cellule morte.

Passiamo al trucco. Meglio se prediligi le tonalità chiare, calde, non troppo accese. Questo per un motivo semplice. Un trucco troppo accentuato fa sembrare più mature e in questo caso l’effetto che devi ottenere deve essere il contrario.
Quindi, lascia da parte glitter e luccichii vari, attireranno ancora di più l’attenzione evidenziando le rughe.
Se la tua pelle non ha imperfezioni particolari, usa una base dalla texture liquida, va bene anche una crema colorata poiché dona una maggiore luce al viso; mentre se è presente un po’ di acne tardiva scegli una base più cremosa o in polvere, è di sicuro più coprente. L’incarnato quindi va uniformato, illuminato e scolpito maneggiando con maestria le polveri e i fluidi con effetti di chiaroscuro.

Gli occhi potrebbero essere un altro tasto dolente per chi ha superato i 50 anni in quanto la pelle della palpebra tende a cadere. Con piccoli tocchi i risultati saranno sorprendenti.
Non devono mai mancare nel tuo beauty ombretti dai toni caldi e naturali, cioè tutte le sfumature della terra. Evita i toni freddi, come l’azzurro e i colori dall’effetto metallico. Per alzare i volumi e ottenere un effetto lift agli occhi, applica l’ombretto chiaro (verde, lilla, beige, avorio) sulla palpebra mobile dell’occhio sfumandolo verso le tempie. La palpebra fissa ombreggiala con un tono leggermente più scuro e, applicando una polvere chiara sotto l’angolo esterno inferiore dell’occhio, lo sguardo risulterà meno spento.
Il mascara è l’unico nero concesso. Non farti tentare dagli smokey eyes o meglio, se non riesci a rinunciare a quest’effetto, esistono in commercio palette con versioni più soft e meno d’impatto.
Tendi a sfumare le linee che disegni con il polpastrello o un pennellino. Ricorda che le linee nette non valorizzano il tuo sguardo. Anche la matita va applicata con un criterio. Meglio non metterla sotto la palpebra inferiore, appesantisce lo sguardo. Piuttosto ombreggia con la matita l’attaccatura delle ciglia.

Se pensi di non riuscire a mettere in pratica questi consigli e i tuoi occhi ti sembrano troppo difficili da gestire, punta tutto sulle labbra! Sono la parte del volto meno segnata dall’età.



Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione