TEMPO LIBERO

Tutti pazzi per le bambole reborn

LEGGI IN 2'

Le bambole reborn sono più di una moda. Sono una tendenza che sta spopolando e che ha inclinazioni psichiatriche interessanti. Prima di tutto sono delle bambole in silicone che riproducono perfettamente i neonati. Sono nate per essere utilizzate sui set, al fine da evitare ai bambini piccolissimi di apparire in film o fiction.

Le reborn sono realizzate da artisti che danno alle bambole aspetto umano. A causa dell'intensa quantità di lavoro e artigianato, valgono migliaia di euro. Ne esistono di diverse dimensioni: dai prematuri ai bambini del nido e la cifra varia dai 50 ai mille euro. La tecnica del "reborning"("rinascita") prevede di prendere bambole in vinile o in silicone che vengono scomposte e riassemblate. Il vero tocco d'artista è la verniciatura, effettuata a strati, con degli appositi colori, atossici e adatti al vinile per ottenere il giusto incarnato. I capelli, per darti un'idea, sono veri e applicati a mano.

Chi le compra? Seppur bellissime, non si può pensare alle bambole rinate come a un giocattolo da dare a un bambino. Come abbiamo detto, sono spesso utilizzate nel cinema. In realtà sono sempre più frequenti adulti che le collezionano. C'è chi non ha avuto figli e sembra trovare conforto in questo oggetto. È utilizzata anche per la "doll therapy" o "empathy doll". La verità è che questo prodotto è borderline: tendono ad allontanare dalla realtà e a far emergere un lato maniacale, che andrebbe probabilmente curato rielaborando i problemi alla radice con un medico.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione