RICETTARIO

Ayran turco: la ricetta della bibita rinfrescante e salutare

PREPARAZIONE

Chi è stato in Turchia sa che la tradizione gastronomica del luogo è ricca di ricette di ogni genere e tipo, che includono pasti solidi ma anche deliziose bevande. Di sicuro fra queste va annoverato l’ayran turco, una bibita a base di yogurt, acqua e sale, a cui si possono aggiungere anche menta e altre erbe fresche.

La particolarità di questo liquido è che si fa in pochissimi minuti, è salutare per l’organismo e soprattutto per la flora intestinale, in estate è molto dissetante. In Turchia lo si beve in qualunque momento della giornata, sia accompagnando i pasti, sia lontano da questi ultimi e si può trovare anche imbottigliato nei supermercati.

Certamente la versione fatta in casa è quella da preferire, sia perché permette di scegliere le materie prime, sia perché consente anche di variare la ricetta originale a proprio piacimento, aggiungendo altri ingredienti graditi al nostro palato.

La ricetta dell’ayran turco

Come detto, l’ayran turco è una bevanda che si compone di soli tre ingredienti, ma occhio alla scelta dello yogurt, che deve essere rigorosamente non dolcificato. I vasetti di yogurt bianco intero senza zucchero andranno benissimo, ma se optassimo per lo yogurt greco, che è meno liquido, ricordiamo di aumentare la quantità di acqua.

Gli ingredienti andranno versati tutti in un mixer o in un frullatore, usando sia lo yogurt sia l’acqua fredda di frigorifero. Il sale va bene qualunque tipologia fina, sia il classico marino sia l’integrale sia quello rosa dell’Himalaya, a seconda dei nostri gusti.

La bevanda va frullata per qualche secondo fino a quando non è ben miscelata e il liquido non è diventato spumoso. A questo punto possiamo versare nei bicchieri e consumare, eventualmente anche aggiungendo dei cubetti di ghiaccio se vogliamo che l’ayran si trasformi in una bibita gelata estiva.

L’ayran turco, come detto, si può anche modificare a piacimento, aggiungendo foglie di menta nel bicchiere o anche fettine di cetriolo. Se lo consumiamo a stomaco vuoto evitiamo però di berlo troppo freddo, per evitare che possa crearci qualche problema a livello di pancia.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione