DECORAZIONE DELLA TAVOLA

Le regole del galateo per apparecchiare tavola senza errori

LEGGI IN 2'

Capita, qualche volta, che ci sia richiesto di apparecchiare tavola in maniera formale, vuoi per un evento di un certo rilievo, vuoi perché abbiamo ospiti con cui non c’è grande confidenza. In questi casi la disposizione di piatti, posate e amenità varie deve essere rigorosa, fatta in modo da rispettare le regole del galateo vigenti in materia.

Ma quindi, come si apparecchia la tavola senza errori e sistemando ogni elemento al suo specifico posto? Il sottopiatto non è obbligatorio, ma è comunque gradito e va disposto sulla tovaglia, subito sotto al piatto piano, che a sua volta avrà sopra il piatto fondo da minestra e che di fatto conterrà il nostro primo.

Sulla sinistra dei piatti vanno messe le forchette, più precisamente quella da antipasto, carne e pesce, che tuttavia possono diventare un’unica forchetta da pasto, insieme a quella più piccola per il pesce e una da insalata. A destra del sottopiatto andranno invece il coltello da servizio, quello da pesce, il cucchiaio da minestra e la forchettina per i molluschi.

In alto dovremo invece disporre le posate da dolce e frutta e più precisamente forchettina, coltellino e infine il cucchiaino. È inutile dire che la presenza o assenza di alcuni tipi di posate dipende in maniera diretta dal tipo di menù che abbiamo in mente, perciò se manca il pesce o non abbiamo previsto di servire molluschi, la mise en place sarà meno impegnativa.

Parliamo ora dei bicchieri, che vanno disposti a pochi centimetri da coltelli e cucchiaio da minestra, quindi sulla parte destra rispetto ai piatti. Il più vicino alle posate da dolce è quello dell’acqua, subito seguito da quello per il vino rosso, un altro per quello bianco e un flute per spumante o champagne.

Anche in questo caso, come per le posate, la presenza di alcuni bicchieri dipende dalla scelta del tipo di alcolici che abbiamo previsto in tavola. A questo punto restano solo due elementi da disporre sulla nostra tavola bon ton e sono il tovagliolo, ma anche il piattino per il pane, che permette ad ogni commensale di avere a disposizione la sua michetta personale.

Quest’ultimo va alloggiato in alto a sinistra, sopra le forchette, mentre per quanto riguarda il tovagliolo possiamo scegliere se metterlo sempre a sinistra, stavolta dopo l’ultima forchetta, oppure sopra al piatto da minestra. In questo caso si può dare un design, piegandolo in modo originale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta