RICETTARIO

La ricetta degli amaretti sardi morbidi e buonissimi

  • DESSERT
  • REGIONALI
  • FACILE
  • 45 MINUTI

INGREDIENTI

1/2 chilo di mandorle pelate dolci (più una manciata per decorare)

50gr di mandorle pelate amare

1/2 chilo di zucchero semolato

5 albumi da uova medie

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

1 cucchiaio di scorza di limone grattugiata

1 pizzico di sale

PREPARAZIONE

Gli amaretti sardi, un prodotto tipico a base di mandorle dolci e amare, sono un delizioso peccato di gola dal sapore e dalla consistenza inimitabili. A differenza dei normali biscotti amaretti, che hanno come caratteristica dominante proprio la croccantezza, nel caso della ricetta tipica dei dolcetti di Sardegna, dobbiamo solo aspettarci fragranza e morbidezza.

Gli amaretti sardi morbidi sono infatti una delizia che si scioglie in bocca al primo morso. Il che li rende ottimi anche per chi non ama o non può mangiare le cose troppo dure. La ricetta originale, custodita da pasticceri e donne dell'Ogliastra, è in realtà arrivata oltre l'isola, permettendoci di realizzare questi dolci anche in casa.

Ovviamente i sapori della regione Sardegna, come accade per tutti i piatti tipici del resto d'Italia, difficilmente sono replicabili, non fosse altro per le materie prime. Ad ogni modo, se vogliamo provare a portare gli aromi dell'isola in tavola, possiamo seguire la ricetta degli amaretti sardi morbidi, nel rispetto della tradizione.

La ricetta degli amaretti sardi morbidi

Mettiamo le mandorle dolci e amare nel mixer insieme ad un paio di cucchiai di zucchero semolato, poi frulliamo ad impulsi fino a quando non abbiamo ridotto il composto a farina. Non è necessario che il risultato finale sia ultra raffinato, ma deve comunque essere sabbioso.

Versiamo il mix di mandorle in una coppa ampia insieme allo zucchero rimanente, lasciandone un centinaio di grammi da parte per la copertura. Aggiungiamo anche la scorza grattugiata del limone e l'essenza di vaniglia, poi mescoliamo per incorporare tutti gli ingredienti.

Sbattiamo gli albumi con un pizzico di sale fino a quando non diventano spumosi, ma non montati. Aggiungiamoli poco alla volta all'impasto di mandorle e amalgamiamo benissimo. Il risultato finale dovrà essere morbido e umido, facile da modellare con le mani.

Se risulta troppo asciutto, aggiungiamo altro albume, se è troppo molle, teniamo da parte un extra di farina di mandorle da usare per ogni evenienza. Facciamo delle palline di impasto e rotoliamole nello zucchero che avevamo messo da parte, poi disponiamole su una teglia foderata con carta forno e decoriamole con una mandorla, da sistemare al centro. Cuociamo per circa 25-30 minuti in forno già caldo a 160° C. Facciamo raffreddare completamente i nostri amaretti sardi prima di consumare.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta