VISO E CORPO

Acqua di rose fatta in casa per la pulizia del viso

LEGGI IN 2'

Uno dei prodotti più amati dalle signore per le proprie routine di bellezza è certamente l’acqua di rose, il tonico più usato per la pulizia del viso e per favorire la rimozione del trucco. Di fatto non è altro che acqua distillata aromatizzata, un prodotto semplice a cui le aziende cosmetiche spesso aggiungono altri ingredienti.

In commercio possiamo infatti trovare acque alle rose con aggiunta di vitamine o minerali, ma anche tonici bifasici che contengono sia l’acqua distillata aromatizzata sia oli emollienti. Tali prodotti vanno agitati poco prima dell’uso per mescolare le due componenti separate e facilitare il demaquillage e fungere da tonico e detergente.

Tuttavia, l’acqua di rose classica resta sempre l’opzione più gradita, non fosse altro perché ha una lista INCI molto semplice ed è ben tollerata anche dalle pelli delicate. Un buon modo per avere un prodotto ancora più naturale è quello di farla in casa in poche mosse.

Ci serviranno soltanto due ingredienti, ossia l’acqua distillata semplice, quella che usiamo per il ferro da stiro, più dei petali di rosa freschi. I dosaggi sono di circa un litro di acqua per una dozzina di rose a cui abbiamo tolto i petali, oppure possiamo cercare i sacchetti di petali secchi nei negozi di hobbistica e usare quelli.

Accertiamoci però che non siano stati trattati con qualche sostanza protettiva o con profumi, perché in questo caso potrebbero non essere sicuri per la nostra epidermide. Il procedimento per l’acqua di rose fatta in casa è molto semplice e assomiglia un pochino alla tecnica del decotto.

In una casseruola mettiamo acqua distillata e petali di rosa e copriamo il contenitore con un coperchio, tenendo la fiamma vivace. Al bollore abbassiamo al minimo e lasciamo sobbollire fino a quando il colore dei petali non sbiadisce e l’acqua non inizia invece a colorarsi leggermente, cosa che avviene in circa 10-15 minuti.

Spegniamo il fuoco e manteniamo il coperchio per lasciare infondere ancora le rose nell’acqua distillata. Appena il liquido è freddo, usiamo una pezza di garza per filtrare l’acqua aromatizzata alle rose in una boccetta di vetro con chiusura ermetica. Teniamo in frigo e usiamo all’occorrenza.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta