PULITO IN 7 PASSI

Sai cos'è l'etanolo? Un indizio: in casa a volte può tornare molto utile!

LEGGI IN 3'

Per le pulizie domestiche, soprattutto quando c’è bisogno di intervenire più duramente contro lo sporco, oltre ai detersivi tradizionali si ricorre talvolta alcuni prodotti particolari, di quelli che si acquistano non solo al supermercato, ma anche nei negozi di ferramenta, tanto per capirci. Uno di questi è l’etanolo: hai sentito decantare le sue virtù detergenti o disinfettanti, ma non sai a quale delle mille bottiglie di plastica colorata in vendita tra i prodotti per la casa associare il suo nome?
Insomma, cos’è l’etanolo esattamente? Ecco una piccola guida che può tornarti utile!

Cos’è l’etanolo e perché si usa per pulire!

CH3CH2OH: non stiamo dando i numeri, è solo il vero nome dell’etanolo, cioè la sua formula chimica, che è quella di un alcol a catena libera. Ancora non ti è chiaro? L’etanolo non è altro che il cosiddetto “alcol etilico”, quello che spesso si sente chiamare semplicemente “alcol” oppure “spirito” - proprio così, è lo stesso che si usa per produrre gli alcolici! L’etanolo ha un odore molto intenso ed è incolore, volatile ed estremamente infiammabile; ha un sapore dolciastro e bruciante, ed è proprio questo a rendere il retrogusto degli alcolici così… dolciastro e bruciante!

L’alcol etilico ha una grande varietà di usi: combustibile, ingrediente nella produzione di profumi… In casa, però, per quale scopo può tornare utile l’etanolo? Per pulire, principalmente: rimuovere macchie particolari o detergere superfici specifiche, ma anche per disinfettare. In tutti questi casi, lo si usa sotto forma di “alcol etilico denaturato”, quel liquido rosa contenuto in bottiglie di plastica trasparente che sicuramente anche tu avrai in casa.

L’alcol etilico denaturato è etanolo che, essendo non destinato a uso alimentare, è sottoposto a denaturazione ad opera di una specifica miscela - la cui composizione è stabilita dalla Commissione Europea - che lo rende imbevibile. Anche il colore rosa è stabilito dal Regolamento CE ai fini del riconoscimento della sostanza, ed è ottenuto con l’aggiunta del colorante Reactive Red 24.

Per via della sua composizione chimica, l’etanolo è in grado di uccidere batteri, funghi e virus (anche se non ha alcun potere sulle spore dei batteri). È questo il motivo per cui l’alcol etilico denaturato è usato per disinfettare le superfici, tanto in ambito casalingo quanto ospedaliero!

Quello che è comunemente conosciuto come “alcol rosa” ha anche un buon potere detergente. Vuoi sapere per quali usi domestici è particolarmente indicato l’etanolo? Per la pulizia di piastrelle o superfici in vetro sporche di grasso, innanzitutto: puoi usarlo in cucina per rimuovere macchie di unto o in garage, ad esempio, per eliminare dal pavimento quelle terribili chiazze provocate dall’olio del motore! Può rivelarsi molto utile, in realtà, pulire di tanto in tanto qualunque tipo di pavimento con l’alcol rosa proprio per la sua azione antisettica - purché il rivestimento non sia in legno o cotto, però!

Per evitare danni irreparabili a superfici più o meno pregiate, il nostro consiglio è di ricorrere sempre a detergenti specifici per la pulizia dei pavimenti, dei vetri, del bagno e della cucina. Nella linea di prodotti Bref, ad esempio - che contengono etanolo, non a caso - ce n’è uno per ogni specifica esigenza.

L’alcol denaturato, inoltre, è uno dei pochi prodotti in grado di far sparire le macchie d’inchiostro dai tessuti ed è l’ideale per ripulire plastica e vetro dai segni d’inchiostro dei pennarelli indelebili; è un ottimo solvente per vernici e resine naturali, è molto efficace nella pulizia dei metalli e perfetto per la rimozione di tracce di adesivo da superfici di plastica o vetro (come il parabrezza dell’auto!).
Non finisce qui: puoi usare un cotton fioc imbevuto d’alcol etilico denaturato anche per detergere i componenti dei tuoi apparecchi elettronici, come le lenti laser dei lettori CD o DVD!

Come suggeriamo sempre per ogni altro prodotto chimico, però, maneggialo con estrema cura: indossa sempre i guanti, evita il contatto con gli occhi e area per bene gli ambienti in cui nei fai uso!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione