PULITO IN 7 PASSI

Come pulire e lavare i pennelli e le spugnette da trucco

LEGGI IN 5'

È importante dedicare molta attenzione agli accessori che ti servono per truccarti tutti i giorni, sia per un fatto igienico che di praticità. Devi sempre pulire i pennelli del trucco e le spugnette perché sono degli oggetti che usi sul tuo viso e lasciarli sporchi vuol dire – oltre che rovinare i tuoi accessori – rischiare di portare polvere e batteri su parti molto delicate del viso, come gli occhi e la bocca. Se la tua pelle è sensibile, poi, potresti andare incontro anche ad irritazioni ed infezioni cutanee.

Ci sono poi delle ragioni anche pratiche per cui lavare i pennelli del trucco è estremamente importante. Prova a sfumare correttamente un ombretto con un pennello troppo sporco. Non avrai mai il colore che volevi, perché i pigmenti dei vecchi ombretti sono ancora depositati sulle setole! Un’altra cosa da tenere a mente è che ti permette anche di risparmiare; con la giusta cura, infatti, li preserverai più a lungo nel tempo. Considera che un pennello di alta qualità può durare anche 5 anni se ne avrai cura. Cerca quindi di pulire i pennelli per il trucco almeno una volta ogni 15 giorni!


Come pulire i pennelli trucco con tecniche fai da te

Lo sappiamo che pulire gli accessori è una faccenda noiosa, ma non rimandare troppo! Per farlo in modo veloce segui i nostri semplici consigli. Se vuoi lasciare da parte l’alcool o i solventi, entra anche tu nel fantastico mondo dei saponi! Ti consigliamo di affidarti a prodotti di uso comune, se vuoi evitare costosi detergenti specifici. Evita i balsami, perché ammorbidiscono troppo le setole e impediscono al make up in polvere di aderire bene al pennello! In molte si affidano a prodotti che puoi trovare tranquillamente anche in casa tua. Come il sapone liquido Neutromed con proteine dello yogurt, miele e vaniglia. Nutriente per le tue mani e delicato con i tuoi pennelli e le spugnette, perché deterge dolcemente senza seccare; davvero consigliato anche il Neutromed Doccia&Intimo, un detergente 2in1, arricchito con le proteine della seta.


Pulire pennelli da trucco con setole naturali

Prendi i tuoi pennelli ed inizia a strofinare delicatamente le setole con un composto formato da acqua e sapone. Cerca di non aprire troppo le setole, per non rovinare i pennelli ma – qualora fossero molto sporchi - potresti anche metterli in ammollo in un recipiente. Fai attenzione a non far bagnare anche il manico e l’attaccatura del pennello, perché potrebbero rovinarsi. Alla base ci sono – infatti – delle colle che tengono insieme le setole. Evita il contatto diretto con l’acqua, così non corri il rischio che si stacchino. Nel caso però in cui il manico si sia già staccato, niente paura: due gocce di colla Attak e tornerà come nuovo!

Torniamo alla pulizia in modo dettagliato. Massaggia la parte superiore – dove ci sono le setole - e vedrai sin da subito i pigmenti di colore scivolare via dal tuo pennello. Fai dei movimenti circolari e cerca di non essere troppo aggressiva altrimenti perderanno la loro forma originale. Quando tutto lo sporco sarà sparito risciacqua con molta acqua per non lasciare tracce di sapone. Passa adesso all’asciugatura. Strizzali in modo leggero ed evita assolutamente di utilizzare il phon! I pennelli dovrebbero asciugare a testa in giù – soprattutto se il manico è in legno – per mantenere la loro forma originaria. Se riesci appendili in verticale con poco scotch allo stendino. Se non hai modo, puoi anche farli asciugare per orizzontale sopra ad un panno di cotone, cercando di ridargli la forma con le mani. I pennelli per gli occhi, che sono molto più piccoli, si asciugheranno in massimo due ore, mentre quelli più grandi ci metteranno anche una notte intera.

Se le setole non sono naturali, ecco come lavare i pennelli trucco sintetici. Puoi seguire esattamente tutti i passaggi descritti per la pulizia dei pennelli naturali, ma stai molto attenta al detergente che scegli. Deve essere assolutamente privo di alcol o rovinerai la composizione delle setole. Usa, ad esempio, un detergente delicato come il Perlana Lana & Delicati Effetto Balsamo ai fiori di mandorlo e vaniglia. È perfetto sia per la cura dei tuoi capi più cari e delicati, sia per il lavaggio della biancheria intima, che per la pulizia dei tuoi amati pennelli. Dopo averli strofinati con acqua e detergente, falli asciugare completamente, lontano da fonti dirette di calore.



Passiamo adesso a un altro accessorio molto importante: le spugnette per il trucco. Ecco come lavarle e averne la massima cura. La prima raccomandazione è lavarle quotidianamente perché è importante che non rimangano residui di trucco vecchio. Se proprio non riesci a lavarle tutti i giorni, cerca di averne a disposizione più di una. In questo modo riuscirai ad usare sempre una spugna pulita, lavando le altre almeno una volta a settimana. Le spugnette che richiedono maggiore attenzione sono soprattutto quelle usate per stendere il fondotinta. La composizione di quest’ultimo permette al trucco di infilarsi tra le fibre facendo proliferare batteri e sostanze che andrebbero a chiudere i tuoi pori. Il rischio d’infezioni e irritazioni è sempre dietro l’angolo se non sai come pulire le spugne del trucco in modo corretto.

Mettile in una bacinella con un po’ d’acqua calda, così si sgrasseranno meglio e aggiungi un detergente specifico delicato per essere sicura di togliere anche lo sporco più ostinato. Ti consigliamo il Mago delle Macchie della Grey, specifico contro lo sporco da make up su diversi tessuti. È uno smacchiatore molto valido, che elimina efficacemente ogni macchia e rispetta i materiali. Immergi le tue spugnette in questa soluzione e sfrega con le mani per togliere tutti i residui del trucco. Una volta tornate del loro colore originale, risciacquale con molta acqua per togliere tutto il sapone. A questo punto, lasciale asciugare all’aria aperta sopra un pezzo di carta assorbente o di cotone per almeno 24 ore. Una volta asciutte, mettile dentro dei contenitori di vetro o plastica per tenerle lontane dalla polvere.

Sulle spugnette bianche in lattice spesso rimangono tracce di fondotinta dure da mandare via. In questo caso, puoi spruzzare direttamente sulla spugna una piccola quantità di sgrassatore e strofinare con i pollici per togliere lo sporco. Risciacqua con abbondante acqua e lascia asciugare - come al solito - lontano da fonti di calore dirette. Tieni però a mente che l’utilizzo dello sgrassatore va bene per una pulizia straordinaria, ma non per quella quotidiana o settimanale. A lungo andare – infatti – lo sgrassatore potrebbe rovinare la tua spugnetta in lattice. Opta sempre per un sapone delicato!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione